Published On: Lun, Nov 9th, 2015

BORGO VAL DI TARO: SPENDE BANCONOTE FALSE. ARRESTODAI CARABINIERI

Share This
Tags

polizia_banconote_false1

I  Carabinieri della Stazione di Borgo Val di Taro hanno arrestato un senegalese di 53 anni, abitante a Parma, per spendita e introduzione nello stato di monete falsificate. 

Lo straniero dopo aver acquistato due bevande e consumato un caffè in un bar di via del Cimitero a Borgo Val di Taro ha tentato di pagare con una banconota da € 50,00. Il commerciante, accortosi dopo averla maneggiata ed osservata con cura che la stessa era falsa, ha iniziato ad osservare con più attenzione il suo cliente che, in risposta, con una mossa repentina, gli sfilava dalle mani la banconota cercando poi di dileguarsi.

Sfortunatamente per il malvivente all’interno del locale era presente un militare della locale Stazione, libero dal servizio, che accortosi di quanto stava accadendo ha bloccato il 53enne richiedendo contestualmente l’ausilio di una pattuglia.

I successivi accertamenti svolti dai militari hanno permesso di appurare che la banconota spesa dallo straniero era effettivamente falsa, mentre dalla perquisizione personale e dell’autovettura in uso allo straniero sono state trovate, nascoste in una busta, ben 95 banconote da 10 euro, 9 banconote da 50 euro false oltre a 285 euro in pezzi di vario taglio in corso di validità (ottenute verosimilmente come resto dopo la spendita di quelle falsificate).

Le banconote sequestrate sono da ritenere sicuramente false poiché prive della filigrana di sicurezza, con numeri di serie non perfettamente uguali nelle cifre nonché identici per banconote diverse e anche la carta utilizzata per la fabbricazione delle stesse è priva di consistenza solitamente in possesso delle banconote genuine.

Ulteriori accertamenti hanno anche permesso di scoprire che il malvivente, nel pomeriggio di ieri, aveva effettuato altri due acquisti presso una macelleria di Collecchio e una farmacia di Valmozzola pagando con banconote da 50 euro false facenti parte della stessa partita.

Lo straniero è stato arrestato e sottoposto e posto ai domiciliari in Parma in attesa del giudizio direttissimo che verrà celebrato presso il Tribunale di Parma.

Al fine di evitare di spiacevoli sorprese è bene ricordare che le banconote “Euro” sono caratterizzate da molteplici elementi di sicurezza.

Per riconoscere immediatamente la loro genuinità è consigliabile attenersi a quattro regole base: toccare, guardare, muovere, controllare.

in caso di dubbio vanno verificare tutte le caratteristiche di sicurezza confrontando, eventualmente, la banconota sospetta con un ‘altra di pari valore e sicuramente genuina.

Toccare la carta: la stampa calcografica (particolare tipo di stampa a rilievo) è presente in diverse aree delle banconote genuine (acronimo della Banca centrale europea nelle cinque lingue ufficiali della Comunità Europea, cifre indicanti il valore nominale delle banconote e motivi architettonici delle finestre e dei portali) ed è facilmente percepibile al tatto grazie al suo caratteristico effetto di rilievo. Inoltre, lungo i bordi delle banconote da 200 € e 500 € sono stati inseriti speciali elementi tattili ideati per i non vedenti.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette