Published On: Mar, Nov 24th, 2015

Bruxelles, resta allerta massima. Salah in fuga, trovata cintura esplosiva a Parigi

Share This
Tags

Resta allarme rosso a Bruxelles

Nella capitale belga a partire da mercoledì scuole e metropolitane riapriranno “progressivamente”, ma l’allerta resta massima fino a lunedì prossimo. Rilasciati 17 dei 21 fermati

Resta massima l‘allerta antiterrorismo a Bruxelles fino a lunedì prossimo mentre ancora non c’è traccia di Salah Abdeslam, il ricercato numero per le stragi di Parigi. Nel pomeriggio è stata ritrovata una cintura esplosiva in un cestino della spazzatura a Montrouge, la banlieue a sud di Parigi, dove fu localizzato il terrorista prima che i due complici arrivassero con la Golf per riportarlo in Belgio.

“Bulloni e perossido di acetone“: è questo il contenuto della cintura esplosiva. I due componenti sono gli stessi delle cinture degli altri kamikaze del 13 novembre a Parigi.

Fonti dell’inchiesta sugli attentati nella capitale francese riferiscono all’ANSA che si sta passando al setaccio l’elenco dei siriani arrivati con il barcone del 3 ottobre nell’isola di Leros, in Grecia, e registrati come rifugiati.

Procura: 17 rilasciati – Le autorità belghe hanno rilasciato 17 delle 21persone arrestate tra domenica e oggi, lunedì 23 novembre. Tre rimangono in stato di fermo, uno è stato tramutato in arresto in relazione ai fatti di Parigi. In totale le perquisizioni sono state 26, due anche vicino a Liegi.  In una delle perquisizioni di cui parla oggi la procura “è stata sequestrata la somma di 26.000 euro”. Tutto il materiale nelle perquisizioni di ieri sera “attualmente è sotto esame”. L’ufficio del procuratore federale ha confermato che la Bmw sfuggita ai controlli di polizia nella regione di Liegi “non ha legami” con le ricerche di Salah

Bruxelles: premier, livello 4 fino a lunedì prossimo – Il livello 4 di allerta per la regione di Bruxelles capitale sarà mantenuto “fino a lunedì prossimo” con valutazioni quotidiane. Lo dice il primo ministro del Belgio, Charles Michel, al termine del Consiglio di sicurezza nazionale. Nel resto del paese è confermato il livello 3. La minaccia è la stessa di ieri. “A partire da mercoledì” scuole e metropolitane a Bruxelles riapriranno “progressivamente”. Lo annuncia il primo ministro del Belgio, Charles Mihcel, a conclusione di una riunione del Consiglio di Sicurezza nazionale durata oltre tre ore e mezza.

Misure di sicurezza rafforzate nelle sedi delle istituzioni Ue(Consiglio, Commissione e Parlamento) di Bruxelles. Al Consiglio, dove lo stato d’allerta è passato da giallo ad arancione, sono state cancellate solo le riunioni dei gruppi ‘tecnici’ di lavoro, mentre sono stati confermati gli incontri tra ministri – Eurogruppo e Consiglio educazione – ai quali partecipano nel pomeriggio il ministro delle Finanze Pier Carlo Padoan e Stefania Giannini. Gli uffici della Commissione sono regolarmente aperti così come quelli del Parlamento.

Contro l’assedio della città, su Twitter scatta la rivolta dei gattini

Mentre prosegue la caccia a e dopo le polemiche dei giorni scorsi, Jambon ha tenuto a sottolineare che lo scambio di informazioni con i Paesi vicini sta funzionando bene “perchè siamo tutti sulla stessa barca”. Nel frattempo, si è appreso che Fouad Belkacem, leader dell’organizzazione islamista Sharia4Belgium già detenuto nel carcere di Anversa, è stato posto in isolamento per evitare che altri detenuti possano essere indottrinati e ‘radicalizzati’.

fonte ansa

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette