mafia

Venerdì 13 novembre alle 20.30 al Ridotto del Teatro Magnani un’occasione per comprendere il fenomeno e combatterlo

Operazione Aemilia: un cittadino informato è un cittadino responsabile” è il titolo del secondo incontro organizzato dal Comune di Fidenza, in collaborazione con Libera, per il progetto “Buone pratiche per la diffusione di una consapevole e radicata cultura dell’antimafia”. Prosegue così il percorso di sensibilizzazione e formazione dei cittadini contro le mafie e l’illegalità avviato dall’Amministrazione comunale in sinergia con la Regione Emila-Romagna, con la quale è stato siglato un accordo di programma.

L’appuntamento è per venerdì 13 novembre alle ore 20.30 al Ridotto del Teatro Magnani. Protagonisti dell’incontro saranno Beppe Baldessarro e Sabrina Pignedoli.

Il giornalista Beppe (Giuseppe) Baldessarro per anni ha lavorato al Quotidiano della Calabria nella redazione di Reggio, poi è stato condirettore di Narcomafie e oggi è alla redazione di Repubblica Bologna. Baldessarro spiegherà come la ‘ndrangheta si sia insediata in Emilia-Romagna e si focalizzerà sull’inchiesta Aemilia che, partita a gennaio con oltre 100 arresti nella nostra regione, ha visto l’udienza preliminare il 28 ottobre.

Sabrina Pignedoli è una giornalista del Resto del Carlino minacciata dalla ‘ndrangheta per i suoi articoli.

L’incontro è gratuito e aperto a tutti i cittadini.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: