Published On: Mer, Nov 4th, 2015

La mia banca è differente

Share This
Tags

751384cbdb59cc0cdecbb18f12a1d9db_XL

di MARCELLO VALENTINO – La mia nuova banca è la banca di Parma, credito cooperativo e sarà veramente una banca differente da tutte quelle che fino ad adesso hanno usato e abusato di questa definizione. Dopo un lungo e travagliato cammino irto di ostacoli di ogni genere che non sto qui ad elencarvi, finalmente sabato 14 novembre prossimo ci sarà l’inaugurazione di Banca di Parma credito cooperativo e da lunedì 16 novembre inizierà l’operatività di questa banca tanto voluta dal suo presidente Alfredo Alessandrini da tutti i suoi collaboratori e da tutti i soci che hanno creduto fortemente nella nascita di questa nuova banca. La mia banca è differente e lo sarà veramente, ce lo auguriamo tutti. Lunga vita alla nascente Banca di Parma credito cooperativo. Detto questo, da me che sapete benissimo quanto ho scritto e detto sul sistema bancario vigente, vi sorprenderete di queste mie parole, ma io credo e mi auguro e vi auguro che finalmente una nuova banca eticamente corretta con tutti i suoi soci e i suoi futuri prossimi clienti possa ragionevolmente affermarsi sul territorio a danno da tutte quelle banche fameliche ed eticamente scorrette che in tutti questi anni hanno taglieggiato ed usurato centinaia di migliaia di imprenditori, massacrandoli con l’anatocismo e l’usura costantemente. Oggi tutto questo, con l’apertura di Banca di Parma credito cooperativo dovrebbe essere finito, si chiude un’era per aprirne un’altra, l’era della Banca di Parma. L’etica e la correttezza saranno i principi ispiratori con contratti chiari e trasparenti, dove uno vale uno, dove il modo di fare banca cambia completamente e comunque sarà un inizio.

Dopo l’era di Cassa di risparmio e Banca Monte Parma con le loro mostruose debacle, i loro scandali e la loro fine che non sto qui a rispiegarvi perché tutti voi li conoscete perfettamente, perché anche io, per anni non ho fatto altro che informarvi dalle pagine di questo giornale, tanto che mi sarà venuto un po’ anche la nausea.

Ma oggi dopo diversi anni di tribolazione, ostinazione e forza di volontà, finalmente Parma avrà la sua nuova banca, una banca differente perché fatta da tutti noi che l’abbiamo, ripeto, fortemente voluta e dal 16 novembre sarà operativa, una nuova realtà, piccola inizialmente ma che piano piano crescerà perché con quello che c’è oggi sul territorio non sarà difficile affermarsi e crescere. L’importante è tenere la barra dritta e i principi etici e morali alti, il resto verrà da solo, bisogna solo crederci, come è stato fatto fino ad adesso, con tenacia, abnegazione e passione e se siamo arrivati fin qui non possiamo che continuare ad andare avanti. La mia banca è differente, è la Banca di Parma credito cooperativo, diversa in tutti i sensi, benvenuti a tutti e buona fortuna, perché di quella ce n’è sempre bisogno.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette