bancomat-2

PARMA: UN ARRESTO PER EVASIONE

Ieri sera i Carabinieri del nucleo radiomobile di Parma durante un controllo di un detenuto agli arresti domiciliari, 25enne di origine albanese, hanno notato sopraggiungere una BMW che si parcheggiava poco distante da loro. Dalla macchina è sceso proprio l’uomo di cui i militari volevano controllare la presenza presso pressa la sua abitazione.

Il detenuto, che era agli arresti domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti, è stato quindi arrestato poiché privo di qualsiasi autorizzazione per allontanarsi da casa a quell’orario.

Ulteriori accertamenti hanno permesso di verificare che il 25enne, poco prima dell’arrivo presso il suo domicilio, era rimasto coinvolto in un sinistro stradale ove, dopo aver tamponato un’auto sulla tangenziale Nord, non si era fermato allontanandosi velocemente.

Il controllo effettuato sull’auto ha fatto subito emergere i danni al passaruota anteriore destro, con tracce di vernice dell’altra auto tamponata ancora presenti sulla carrozzeria.

Questi elementi, uniti alle indicazioni della parte lesa che aveva rilevato alcuni dettagli della targa del fuggitivo, hanno permesso di contravvenzionare il detenuto per non aver ottemperato all’obbligo di fermarsi a seguito di sinistro stradale con soli danni a cose (articolo 189 C.d.S.).

L’arrestato è trattenuto presso le camere di sicurezza di strada Delle Fonderie in attesa del processo che durante il quale è stato condannato ad un anno di arresti domiciliari con braccialetto elettronico.

PARMA: DENUNCIATO PER FALSE GENERALITÀ E POSSESSO INGIUSTIFICATO DI OGGETTI ATTI AD OFFENDERE

I Carabinieri del nucleo radiomobile di Parma, su richiesta pervenuta al 112, sono intervenuti in via Trento ove, all’interno delle cantine di un condomino, personale della vigilanza Coopservice aveva trovato uno straniero che dormiva.

Il cittadino extracomunitario, privo di documenti identità, è stato perquisito e trovato in possesso di un tirapugni e di una martello utilizzato per infrangere i vetri.

A seguito degli accertamenti sull’identità è stato identificato in cittadino tunisino, di 22 anni, con generalità non corrispondenti a quelle precedentemente fornite ai militari al momento del controllo.

Per tale ragione il 22enne è stato denunciato all’A.G. per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere e false attestazioni sulla identità personale.

TORRILE: SI IMPOSSESSANO DI CASSA BANCOMAT 

Questa notte alle ore 02:30 circa 3 individui, con il volto coperto, hanno divelto la cassa bancomat della Banca Popolare di Lodi allontanandosi con un furgone.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Stazione di Colorno che hanno effettuato i primi accertamenti ed attivato, tramite la Centrale Operativa, i vari posti di controllo sulle principali vie di comunicazione tra Parma e le province limitrofe.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: