Image.ashx

Egregio Direttore, in via Liani, nel Quartiere Montanara, l’Amministrazione Comunale ha dato il via all’installazione di una nuova antenna di telefonia mobile, dal 2012 il nostro quartiere ha già visto nascerle due in via Montanara, una sullo spazio pubblico e l’altra sul privato,  e questa è la terza, senza informare i residenti. Noi crediamo giusto che i Cittadini vengano messi a conoscenza di tutto ciò che riguarda l’eventuale rischio per la salute della comunità. Il progetto di costruzione di un’antenna deve essere discusso dai Cittadini in assemblea pubblica alla presenza di un tecnico che lo illustri chiaramente, che dica se è nocivo per la salute, perché i dubbi che abbiamo in merito, sono tanti. Lo scrivente, coordinatore dei Cittadini Volontari, il consiglio e la popolazione,  vogliono essere parte attiva, soprattutto per questi progetti così impattanti per la vita della comunità. Vogliamo informare, fare le nostre osservazioni e dare le eventuali rassicurazioni, ma se i CCV che sono l’espressione chiara della Partecipazione democratica  che viene dal basso e tanto sbandierata dal comune, non vengono informati, non vengono ascoltati, non vengono date loro risposte, anche le più banali, che senso ha avuto la loro istituzione? Lo slogan, “il quartiere che vorrei”, ma per noi non era e non è proprio questo quello che vogliamo e avremmo voluto. A proposito poi dell’inquinamento elettromagnetico e non solo, è da dire che nel Quartiere Montanara vi è anche un’altra grande antenna di telefonia,  in via Po al civico 5, oltre alle suddette. Inoltre due linee di alta tensione elettrica solcano inesorabilmente la parte sud, che andrebbero,” interrate”, perché possono provocare malattie. Poi per non farci mancare proprio niente abbiamo anche i Condomini prospicienti la tangenziale, da via Montanara al nuovo insediamento edilizio di via Elvis Presley sprovvisti della minima protezione per l’inquinamento acustico e da PM 10 e qui vogliamo e lotteremo affinchè la società ANAS provveda alla protezione di questo segmento che è l’unico rimasto alla mercè  dei rumori del traffico veicolare, tale che nella stagione estiva gli abitanti nelle ore notturne fanno fatica anche a riposare. Signor Direttore, non crediamo che ci si possa opporre all’installazione di queste tecnologie, perché tutti le utilizziamo, ma i Cittadini vogliono informazioni certe e puntuali, prima della messa in opera di strutture di tale rilievo.

Rino Basili

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: