maltrattamenti-in-famigliaNel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Fidenza, a seguito di una richiesta pervenuta al 112, sono intervenuti in piazza Repubblica dove un cittadino tunisino, di 29 anni, stava minacciando la moglie impedendole di intraprendere l’attività lavorativa presso l’esercizio commerciale dei genitori.

A seguito dell’arrivo della pattuglia, durante l’identificazione delle varie persone coinvolte, il 29enne ha improvvisamente aggredito il padre della donna rivolgendogli diversi insulti.

Il giovane non potendo proseguire la sua aggressione, perché bloccato dai militari, ha iniziato quindi a colpire ripetutamente, con la fronte, un palo dell’energia elettrica per poi aggredire anche i Carabinieri che cercavano di fermarlo continuando anche durante l’accompagnamento in caserma.

Dalla ricostruzione dei fatti sono emersi ulteriori e precedenti comportamenti violenti tenuti dall’interessato nei confronti della coniuge e dei suoi famigliari ragione per cui, al termine delle operazioni di rito, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato tradotto presso casa circondariale di Parma con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: