patto

Tralasciando il fatto che a giudicare dalle parole dell’assessore Folli e del consigliere De Lorenzi sembra che a Parma dal 2012 governi il Pd e non il Movimento 5 Stelle, sono rimasto colpito dal fatto che in questi interventi pubblici nessuno abbia ripreso il tema da me sottolineato in merito all’arrivo dei rifiuti da fuori provincia.

Mi riferisco al patto proposto in campagna elettorale dal Gcr e sottoscritto tra gli altri dal futuro sindaco Pizzarotti.

Un patto molto stringente e non opinabile (che allego), nel quale tra gli altri impegni si leggeva a chiare lettere al punto 3 che “Sarà esclusa ogni possibilità di espansione degli impianti esistenti”, al punto 6 che “La raccolta dei rifiuti sarà affidata ad un soggetto diverso dal gestore dell’impianto di combustione e non potrà in alcun caso essere ad esso riconducibile” ed infine al punto 5 che “Gli impianti che saranno avviati non dovranno in alcun caso poter funzionare utilizzando combustibili provenienti da fuori il territorio del comune/provincia di appartenenza”.

Mi pare ce ne sarebbe abbastanza per potersi aspettare di leggere oggi un comunicato al vetriolo da parte di questa associazione che mi pare abbia visto disattesi in questi anni tutte le sue richieste o quasi. Invece, curiosamente, il Cgr nella giornata di ieri si è fatto sentire ma solo per lanciare l’ennesimo strale contro la Provincia di Parma. C’entrerà il fatto che Assessore all’Ambiente e Vice Sindaco provengono proprio dalle fila di questa associazione?

Ma chi ha decisamente fatto un passo in più della gamba è stato proprio Federico Pizzarotti, allora candidato sindaco, quando il 14 aprile del 2012 inviò un comunicato stampa (che allego anch’esso) molto stringente. Vi si legge: “Chi oggi giura che l’inceneritore non smaltirà rifiuti provenienti da fuori provincia si impegni a dimettersi dalla carica di consigliere o di sindaco qualora ciò malauguratamente avvenisse”. Un suo preciso impegno che terminava con una frase dal sapore tristemente profetico: “Ma lasciare la poltrona, in questo Paese, sembra ormai un’impresa impossibile”. Ebbene se le previsioni verranno rispettate domani la Regione delibererà il conferimento dei rifiuti da Reggio Emilia all’inceneritore di Ugozzolo. Non nascondo la mia grande curiosità nel vedere come il nostro Sindaco moralizzatore tenterà di sfuggire al proprio impegno, dimostrando genialmente che effettivamente risulta molto difficile lasciare la poltrona in questo Paese.

 

 

Roberto Ghiretti

Parma Unita

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: