2016 01 16 Pizzarotti Marani inaugurazione FabLab-8

Il progetto è promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Parma, in collaborazione con la cooperativa Gruppo Scuola e l’Associazione ON/OFF, anche grazie alladonazione della senatrice Maria Mussini, che ha tagliato il nastro del laboratorio

Presso Centro Polifunzionale Casa nel Parco, in Strada Naviglio Alto 4/1, a Parma è stato inaugurato il nuovo laboratorio di fabbricazione digitale.

L’iniziativa è stata accolta con straordinario interesse dal mondo dell’aggregazione giovanile, ma anche dal mondo imprenditoriale, che guarda con attenzione al contributo importante di innovazione che può venire da questo tipo di imprese.

Così, finalmente anche Parma avrà il suo primo FabLab, il laboratorio per la fabbricazione digitale basato sulla condivisione di macchinari, strumenti e tecnologie low cost e open source per la creazione di prototipi e prodotti. Non solo stampanti 3D quindi, ma anche laser cutter, fresa CNC, stampanti ad argilla e scanner 3D saranno a disposizione di cittadini, collettivi, enti, aziende del territorio, oltre che di tutti i makers del territorio.

Questo importante “traguardo collettivo” è stato condiviso oggi (sabato  16 gennaio) con centinaia di giovani e operatori interessati a questo tipo di attività, che hanno accolto l’invito del Comune.

“Se il buon giorno si vede dal mattino – ha rilevato l’assessore Giovanni Marani, da sempre vicino ad On/Off e alle sue iniziative – possiamo dire che il laboratorio nasce sotto una buona stella, visto l’attenzione e l’entusiasmo con cui è stato accolto”.

Insieme all’assessore, era presente il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, che ha voluto testimoniare la sua attenzione verso il mondo dell’impresa giovanile e soprattutto su ciò che nasce all’insegna delle nuove tecnologie: “Parteciperei volentieri anch’io al prossimo corso per l’utilizzo della stampate 3D”, ha detto il sindaco. “In un luogo come questo – ha aggiunto Pizzarotti – si può inventare il futuro. Bisogna crederci”.

Accanto a lui, l’Ing. Dante Corradi, membro del CDA di Fondazione Cariparma, da sempre vicino alle attività imprenditoriali nate da On/Off, e la Senatrice Maria Mussini, che ha investito una quota importante del suo stipendio da parlamentare per sostenere l’iniziativa, che oggi ha visto realizzata e ha potuto tagliare il nastro. Il suo contributo è stato definito “determinante” dallo stesso assessore Marani.

Alessandro Catellani di On/Off ha descritto il progetto: “Nel nostro cammino abbiamo commesso anche qualche errore – ha affermato – ma oggi in questo spazio abbiamo 8 officine operanti e tante opportunità per tutti, bambini, anziani, imprese e mondo scolastico. Sono già in programma laboratori con 26 classi. Questo è diventato – ha concluso Catellani – uno spazio di innovazione sociale, prima ancora che tecnologica”.

Officine On/Off, progetto innovativo promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Parma, è stato ideato e gestito dalla Coop. Soc. Gruppo Scuola in collaborazione con l’Associazione ON/OFF e con il sostegno di Fondazione Cariparma.  Fin dalla sua apertura si è distinto per i numerosi servizi, iniziative ed attività a sostegno dell’occupabilità e auto

 

imprenditorialità giovanile tramite strumenti collaborativi come il coworking e la fabbricazione digitale opensource.

Grazie al contributo fondamentale di alcuni sostenitori e partner tecnici provenienti da tutta Italia si è conclusa da poco la prima fase della campagna di raccolta fondi partita il 13 dicembre 2014, in occasione del primo compleanno di Officine ON/OFF. Il determinante sostegno ricevuto dalle

aziende, dai privati, da enti e Istituzioni ha permesso di reperire e acquistare arredi e beni strumentali grazie ai quali sarà possibile sviluppare progetti imprenditoriali, socio-educativi e formativi in sinergia con cittadini, scuole, associazioni, cooperative, gruppi e imprese. Il FabLab si configura come una nuova e importante risorsa a disposizione della comunità tutta per favorire l’occupabilità, l’auto-imprenditorialità e lo sviluppo delle competenze.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: