8e4d72808a288f2d0bd46dfa1e15ab11

Il mezzo carico di esplosivo è stato lanciato contro un centro addestramento della polizia

Un camion imbottito di esplosivo è stato lanciato contro un centro addestramento della polizia a Zliten, in Libia, con un bilancio che si teme possa toccare i 50 morti. Lo scrive il sito di Russia today.

Ma i feriti nel centro di addestramento di Al-Jahfal sono comunque decine: il sito di Al Jazeera dice che tutti i quattro ospedali della zona sono in emergenza in seguito all’attentato, mentre Russia Today dice che l’ospedale di Misurata, che dista 60 chilometri da Zliten, ha chiesto ai cittadini di donare sangue. L’attentato non è stato ancora rivendicato ma si teme che possa essere opera dell’Isis, che in Libia sta guadagnando terreno, approfittando anche delle divisioni del Paese. Nei giorni scorsi almeno 9 soldati sono rimasti uccisi in scontri con i jihadisti e almeno cinque depositi di petrolio sono in fiamme da giorni.

Il camion-bomba che potrebbe aver fatto una cinquantina di morti stamani a Zliten, in Libia, è stato una “operazione di martirio”, secondo Aamaq, gruppo editoriale collegato all’Isis, che tuttavia non rivendica direttamente l’attentato terroristico. Lo riportano diversi media, fra cui Financial Times.

 fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: