arresto

I Carabinieri della Stazione di Parma Principale, nel pomeriggio di ieri hanno arrestato un 41enne di origine ucraina, ma domiciliato in città, per tentata estorsione.

Le indagini sono partite all’inizio della settimana dopo che la vittima, imprenditore edile di 39 anni, aveva sporto regolare denuncia presso il comando dell’Arma nei confronti di un suo ex dipendente, assunto pochi mesi prima, che, a fronte del mancato pagamento di alcune buste paga per un importo totale di circa € 1.300, aveva cominciato, dall’inizio del mese, a minacciare ripetutamente l’imprenditore per costringerlo a dargli la somma di circa € 5.600,00.

Il datore di lavoro inizialmente, a seguito delle gravi minacce rivolte a lui ed i suoi familiari, aveva sottoscritto due dichiarazioni in favore dello straniero con le quali si sarebbe impegnato a versagli, in due tranches, la somma di denaro richiesta.

L’uomo, esasperato dalle continue minacce dello straniero, si decideva finalmente a sporgere denuncia ai Carabinieri della Stazione di Parma P.le che provvedevano a raccogliere gli elementi di prova nei confronti dello straniero che nel frattempo continuava le sue condotte minatorie.

Ieri pomeriggio, a seguito dell’ennesima “visita” presso l’abitazione della vittima, i militari, in collaborazione con il Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia, hanno fermato ed arrestato l’ucraino in flagranza di reato per tentata estorsione.

Una volta accompagnato presso gli uffici di via delle Fonderie, lo straniero è risultato già noto alle FFPP e gravato da ben 12 alias ed al termine delle formalità di rito è stato associato presso la locale Casa Circondariale in attesa della convalida dell’arresto.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: