carabinieri-bella-bella-grande1

PARMA: UN ARRESTO PER RAPINA. 

I Carabinieri della Stazione di San Pancrazio Parmense hanno arrestato un 54enne,di origini partenopee ma residente in città, poiché condannato ad una pena definitiva di due anni e 6 mesi di reclusione per una tentata rapina. L’uomo era stato arrestato nel 2010, in flagranza, per una tentata rapina commessa ad una filiale cittadina della Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza.

Il processo ha seguito il suo corso giungendo alla condanna e alla conseguente esecuzione della pena da scontare presso il carcere di Parma.

PARMA: TENTANOUNATRUFFAMA LA VITTIMA NON ABBOCCA.

Il 4 febbraio un uomo, italiano, ben vestito, spacciandosi per un tecnico dell’ENEL, si è presentato presso l’abitazione di una signora cercando insistentemente di convincere la donna a farlo entrare in casa per dei controlli. L’attenzione della potenziale vittima ha tuttavia permesso di evitarle una delle classiche truffe posta in essere dai malintenzionati. Quando il finto tecnico ha iniziato ad interessarsi dei gioielli della signora chiedendole di poggiarli sul letto (per inesistenti motivi tecnici) la donna non solo non ha aderito alla richiesta ma si è rivolta immediatamente ad un vicino di casa per chiedere aiuto.

Il finto tecnico si è allora allentato velocemente desistendo dal suo proposito. Sul posto è stata inviata una pattuglia del Nucleo Radiomobile per gli accertamenti necessari ad individuare gli autori di queste odiose condotte.

È opportuno rammentare che non bisogna far accedere alla propria abitazione persone sconosciute e che gli Enti pubblici, società di gestione di luce , acqua e gas, nonché le forze di Polizia non inviano propri incaricati “porta a porta” per la riscossione di pagamenti o analisi di gioielli. In ogni caso, anche per semplice dubbio, è sempre opportuno contattare il numero di pronto intervento “112” o le società/Enti in questione.

È buona norma utilizzare le proprie utenze telefoniche, essendo sicuri del corretto funzionamento della linea, per contattare le Forze dell’Ordine senza mai usare il numero o un telefono fornito dai chiamanti (potrebbe rispondervi un complice).

In nessun caso bisogna consegnare, per alcuna ragione, soldi o preziosi a sconosciuti poiché i pagamenti possono essere effettuati con bollettini postali o bancari (che forniscono anche un sicuro riscontro del pagamento effettuato). Una tempestiva telefonata ai Carabinieri consente di scoraggiare i malintenzionati e velocizzare l’intervento dei militari nella zona per il loro rintraccio.

PARMA: TROVATO CON REFURTIVA E DENUNCIATO. 

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile, nella giornata di ieri hanno denunciato un 31enne algerino, in Italia s.f.d., per false attestazioni sulle proprie generalità, ricettazione e possesso di oggetti atti allo scasso.

Nel primo pomeriggio di ieri è giunta una chiamata al numero del Pronto Intervento “112” che segnalava la presenza di un uomo che stava nascondendo una borsa sotto le arcate del Ponte Verdi. L’immediato intervento della pattuglia dell’Arma consentiva di fermare il 31enne algerino, già noto alle FF.PP., trovato in possesso di una borsa risultata poi oggetto di un furto, commesso poco prima, in danno di un 23enne camerunense residente in città. L’algerino, nell’immediatezza, forniva ai militari generalità risultate false ne successivi controlli fatti in caserma. Lo stesso inoltre veniva trovato in possesso di alcuni oggetti atti allo scasso e quindi denunciato alla locale Procura della Repubblica per tutti i reati commessi mentre la refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

PARMA: I CARABINIERI SI PRESENTANO AGLI STUDENTI. 

Il Comando Provinciale dei Carabinieri ha organizzato una serie di incontri, presso alcuni istituti superiori della Provincia, per illustrare le opportunità offerte dall’Istituzione e le modalità di arruolamento previste nei bandi di concorso. In particolare è stato illustrato l’iter relativo all’accesso presso l’Accademia Militare di Modena, il cui bando scadrà il prossimo 15 febbraio, ove vengono formati gli ufficiali dei Carabinieri.

I giovani eventualmente interessati potranno trovare ogni utile informazione sui concorsi e sulle prove selettive previste consultando il sito web istituzionale www.carabinieri.it.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: