indagini-finanziarie-400x200

di MARCELLO VALENTINO – Non passa giorno che giornali, televisioni e media in generale non danno notizie di corruzioni di politici, infiltrazioni di mafiosi, cambi di casacche, morti uccisi, da ndrangheta, camorra, mafia e compagnia. Tutto questo, tutti  i santi giorni. Prendiamo Parma per esempio, negli ultimi anni tra scandali bancari, scandali politici, scandali calcistici, infiltrazioni e corruzioni varie sembra quasi che se la sia cavata alla grande ma è proprio così ? o è tenuto a bada molto bene da chi dovrebbe indagare e non indaga?

Gli scandali bancari sono fermi, accantonati in un limbo, vedi le azioni di responsabilità nei confronti dell’ex presidente di Banca Monte Parma Andrea Guareschi e compagnia. Tutto fermo al palo in attesa di cosa? Stessa situazione  per lo scandalo calcistico, anche questo legato con un filo rosso allo stesso personaggio, presidente onorario del Parma calcio Andrea Guareschi. Che strane cose, pura coincidenza, a volte capita. Eppure ci sarebbe da chiedersi: ma qualcuno sta indagando su questi fatti o no?

Scandali politici o fuffa? Vignali ha patteggiato e gli altri coinvolti a che punto sono? C’è addirittura qualcuno che attende da oltre tre anni che gli si apra il fascicolo con qualche accusa e intanto è stato rovinato dagli eventi, aspettiamo e vedremo: prescrizione.

Infiltrazione sul territorio delle varie organizzazioni del malaffare (ndrangheta, mafia, camorra, ecc.). Mentre a Reggio le indagini vanno avanti abbastanza celermente, qui a Parma sono al palo, nessuno fa nulla o quasi. Perché non si comincia con il controllare tutti i conti correnti di tutte quelle imprese edili e non provenienti dalla Calabria, dalla Sicilia, dalla Campania con le loro rispettive famiglie e discendenze? Nel giro di un ventennio sono riusciti a colonizzare interi territori conquistando città e comuni limitrofi,  comprando, costruendo, vendendo, e ricomprando intere aree, facendo affari con politici e banche. E’ mai possibile che tutto questo sia sempre stato ed è tutto trasparente e regolare? Eppure sarebbe così semplice indagare, basterebbe seguire il filo rosso del denaro, tanto denaro, in modo particolare quello proveniente dall’edilizia, somme certamente considerevoli, compere e vendite che non dovrebbero passare inosservate. Le banche sono le maggiori interessate ed è da lì che si possono ricostruire le transazioni, ma a oggi sembrerebbe che a Parma e nella sua provincia non sia mai successo nulla di illegale, almeno così sembra, ma è così? O qui vige la regola non scritta di: fatti li cazzi tua che vivi meglio?

E veniamo ai cambi di casacche. Qui a Parma il sindaco Pizzarotta non è ancora stato scomunicato ufficialmente né da Grillo né da Casaleggio, ma probabilmente alle prossime elezioni il Movimento 5 Stelle candiderà un altro candidato, forse (Nuzzo) ma ad oggi non lo dice nessuno ne il movimento ne l’interessato. E il candidato del Pd chi sarà?  Accettasi  scommesse tanto se perdo non le pago. Azzardo due ipotesi abbastanza verosimili, la prima che Pizzarotta cambia casacca e si candidi con il Pd, quindi anche lui seguendo la moda del salto della quaglia passa alla corte di Ronzino e questo sembrerebbe apparentemente clamoroso, ma clamoroso non è, ormai ci si abitua a tutto in politica. Oppure meno schifosa, nuova lista civica con l’attuale banda in carica, quindi uscita di massa della giunta al completo, con l’appoggio esterno o interno del Pd e Dall’Olio cosa fa? Ultimamente è diventato molto silenzioso, vabbè che non ha mai detto molto, ma il suo sogno lo vedrebbe svanire, forse si accontenterà di qualche poltroncina, così  non delude i suoi fans che si sono già abituati alle mezze misure, mezze stagioni, mezze calzette, meglio un ex leader 5 Stelle che diventa leader Pd che una mezza misura, ma se fosse così anche il leader 5 Stelle che nel frattempo è diventato una mezza calzetta non fa altro che confermare quello che è diventato.

Buona giornata signori. Fate poco ma fatelo da leader. Sconcertante. Cosa si fa per un tocco de pan? Si impasta.

Pizzaaa…e i principi?

Quattro stagioni.

Ma avete notato quanta calma c’è in giro? Non si sente più neanche un vaffa… ci si allinea.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: