fd34de6c66b55f1e561e13a5217c123b

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Parma, nel pomeriggio di ieri, durante una serie di servizi di controllo svolti per contrastare la commissione di reati contro il patrimonio durante la manifestazione del “MERCANTE IN FIERA” hanno arrestato due uomini ed una donna, rispettivamente di 36, 30 e 46anni, tutti di origini peruviane, per furto in concorso.

I militari, grazie a controlli “discreti” svolti in abiti civili, hanno notato, nel padiglione numero 5, un uomo e una donna che avevano un comportamento anomalo sembrando interessati più alle persone che li circondavano che alla merce esposta. Il servizio di controllo, a distanza, è proseguito ed i due si sono diretti verso l’uscita del padiglione dove, dopo essere stati raggiunti da un terzo uomo, hanno lasciato l’area espositiva dirigendosi verso l’uscita.

Giunti in prossimità della loro autovettura, una Nissan Micra, grazie anche al supporto di personale in divisa allertato nel frattempo, i tre sono stati bloccati per un controllo.

Appena compresa la situazione la donna ha cercato di disfarsi di una borsa di colore nero gettandola in un fossato, mentre i due uomini sono stati bloccati mentre salivano a bordo dell’auto con l’intento di scappare.

Dopo aver recuperato la borsa dal fossato i militari hanno verificato che al suo interno vi erano ancora i documenti della legittima proprietaria, a cui era stata asportata, oltre a 500,00 euro in contanti, carte di pagamento ed oggetti vari.

Individuata la vittima del furto, un’espositrice della fiera, i Carabinieri hanno proceduto alla formalizzazione della denuncia ed alla ricostruzione dei movimenti dei tre arrestati tramite il sistema di telecamere di videosorveglianza interno ai padiglioni.

I tre stranieri sono quindi stati arrestati per furto in concorso e trattenuti presso le camere di sicurezza di via delle Fonderie in attesa del processo.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: