L’esterno del Reparto di Terapia Intensiva all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, dove i parenti di un paziente deceduto per cause naturali hanno mandato in frantumi le vetrate e danneggiato le atrezzature diagnostiche, 21 agosto 2012. Un medico è stato anche colpito da un pugno in pieno volto. La vicenda ha avuto inizio quando alcune persone hanno appreso della morte di un loro congiunto di 64 anni che era ricoverato nel reparto di terapia intensiva e coronarica. La loro rabbia è stata incontenibile. E’ stato necessario l’intervento di una volante. ANSA/ CESARE ABBATE

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *