Refugees cross a river near Idomeni to enter MacedoniaDue uomini e una donna, sono morti annegati mentre tentavano di raggiungere l’altra sponda

Centinaia di migranti attraversano il confine tra la Grecia e la Macedonia, nonostante la chiusura dei confini da parte di Skopje. Circa 300 migranti avevano lasciato il campo di accoglienza greco di Idomeni, al confine con la Macedonia, e si erano diretti a piedi verso un punto in cui si trova una breccia nella barriera di divisione tra i due Paesi. I migranti, inclusi decine di bambini, avevano oltrepassato un cordone di polizia posto fuori dal campo.

Le tv internazionali mostrano le immagini di centinaia di migranti che attraversano con grande difficoltà il fiume Suva Reka, al confine fra Grecia e Macedonia, nel tentativo di aggirare il blocco della frontiera a Idomeni, entrare in Macedonia e proseguire il loro viaggio lungo la rotta balcanica. Famiglie intere entrano con circospezione nelle acque del fiume in piena, tenendo in tanti i bambini sulle spalle e trasportando a fatica il bagaglio. Stamani tre migranti afghani sono morti annegati nel tentativo di attraversare il Suva Reka.

Poco dopo la polizia e l’esercito macedoni hanno fermato centinaia di migranti che hanno attraversato il confine con la Grecia nonostante la chiusura del confine da parte di Skopje. Più di duemila persone hanno attraversato la frontiera sfidando piogge torrenziali. Scene di caos quando i profughi hanno anche tentato di attraversare un fiume con forti correnti per cercare di aggirare il blocco.

fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: