Published On: Mer, Mag 25th, 2016

Debito pubblico… Pizza hai rotto

Share This
Tags

tasche-vuote

di MARCELLO VALENTINO – 2229 miliardi di  euro  di debito  pubblico, 14 miliardi  in più  di febbraio  2016, ma che  bella  notizia. Parlare del debito pubblico in Italia, di come è  cominciato e di chi lo ha creato è  veramente  molto  difficile.  Il problema è che oggi è  inarrestabile perché è  impossibile da azzerare e sarà sempre  più in crescita. 

La situazione è gravissima e solo riappropriandosi della sovranità  monetaria l’Italia potrà  avere una possibilità  per la nostra  salvezza. Pensate agli errori madornali nei quali  sono incorsi tutti  i politici nostrani e  del mondo intero  o quasi, cedendo la sovranità monetaria ai privati voraci banchieri senza scrupoli, privandosi della possibilità di avere una banca statale indipendente per agire sul  territorio in regime  di concorrenza e correttezza a tutela di tutti i cittadini. Pensate quanti soldi si regalano alle banche  private tutti  i giorni solo in transazioni oneste e/o disoneste. Uno stato  che tiene  ai suoi  cittadini  non li lascia  alla mercé di banchieri senza  scrupoli, ma li protegge e li difende, facendo anche e soprattutto delle  leggi  giuste a tutela del proprio popolo. Invece  siamo lasciati allo sbaraglio ad affrontare usura, anatocismo, derivati e cause  estenuanti contro  poteri così  forti verso cui è difficilissimo  vincere. 

Lo stato italiano  o chi  per lui in maniera  indegna ha ceduto la propria  sovranità ad una dittatura monetaria che non ci lascerà  nessuno  scampo se prossimamente non arriverà  al potere  una  forza  politica  con le  idee  ben chiare che si riapproprierà della sovranità  bancaria e monetaria ricomiciando a stampare carta moneta  e con questa azzerare il debito pubblico,  la stessa carta moneta che ci è  stata data. Carta ci avete dato, carta vi restituiamo.  Chissà quanti  italiani si rendono  veramente conto dove siamo  arrivati. Il punto  di non  ritorno è ormai  superato  da un pezzo, quante possibilità  abbiamo e/o hanno  i nostri figli e i figli  dei nostri figli  di vivere una  vita vivibile? Ma anche  chi  ha creato  o permesso di creare  questo  sistema come vivrà? E infine sul caso  Pizzarotti…   pizza, hai rotto, non una sola parola di scuse, solo giustificazioni, un mare di giustificazioni  che non convincono neanche la gatta morta che chiusa nel cassetto  per tre mesi alla fine puzzava talmente tanto che il fetore si  è espanso per  tutta la città  e molto,  ma molto oltre, una vera pestilenza, ma nonostante  questo  si è perseverato nel sostenere che non era puzza, ma un nuovo  profumo, un profumo diverso, difficile  da capire, tant’è  che ancora adesso non l’ha  capito  neanche  il diretto interessato, tanto da ricorrere a diverse consulenze per farsi  spiegare l’accaduto, e tutti  i giorni nascono nuove e più articolate spiegazioni per nascondere e giustificare una cosa semplice,  semplice. Un avviso  di garanzia, atto dovuto, dimenticato,  scordato, nascosto  in un cassetto. E chiedere scusa non sarebbe  stato  più  semplice? A pensar male… a volte… Il mondo è  pieno di gente che si è  seduta  su una sedia per un preciso motivo, ma poi una volta lì ha cominciato a mediare dimenticandosi che con le sole mediazioni non si ottengono i cambiamenti che si volevano. Ho un forte sospetto: Pizzarotti vuole restare nel Movimento, ma vuole che il Movimento  si  adatti  a lui e non viceversa. 

Ci riuscirà?

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette