Published On: Gio, Mag 12th, 2016

Fidenza: esposto del Sindaco dopo le frasi di Rigoni e Pollastri

Share This
Tags

luca_pollastri_facebook

Dicono di essere coinvolti nelle minacce? Chiariscano agli inquirenti”

Il Sindaco Massari stamane dai Carabinieri: “Sono alla ricerca della verità.

I consiglieri dicono di sapere. Bene, ho provveduto io ad informare gli inquirenti”

Ho letto con grande preoccupazione le dichiarazioni del consigliere comunale di minoranza Luca Pollastri, condivise da Gabriele Rigoni, in merito alle recenti dimissioni del vicesindaco Alessia Gruzza. I due consiglieri hanno spiegato che “Alessia parla chiaramente di minacce e pressioni politiche. Anche noi personalmente siamo stati coinvolti e siamo consapevoli che può non essere finita”.

Il Sindaco di Fidenza, Andrea Massari, commenta così la presa di posizione del gruppo consiliare di Rete Civica, affidata ieri al profilo Facebook del consigliere Pollastri.

Bene: affermare con tanta sicurezza di “essere stati coinvolti” in “minacce e pressioni politiche” è una dichiarazione importante, perché Rigoni e Pollastri hanno fatto intendere che la sanno lunga e sono bene informati – osserva il Sindaco –. A questo punto, con una evidenza così schiacciante dei fatti, mi chiedo come sia stato possibile che proprio stamane le opposizioni abbiano inserito la retromarcia, spiegando che “non è possibile che nessuno sappia nulla” in merito alle segnalate pressioni politiche, minacce e azioni diffamatorie.

Siccome sono alla ricerca della massima chiarezza, esattamente come tutti i fidentini ed esattamente, in tal caso, come Rigoni e Pollastri, non trascuro nulla, perché sono un Sindaco libero dai condizionamenti e non posso lasciare che il lavoro mio, di Alessia, di tutta la Giunta, del Gruppo consiliare di maggioranza e della struttura in cui lavoriamo da 23 mesi insieme ad oltre 100 dipendenti, sia coperto di illazioni e insinuazioni in modo gratuito. Ecco perché stamane ho depositato per gli inquirenti un esposto ai Carabinieri di Fidenza, chiedendo che tali esternazioni siano oggetto di verifica: così configurate, pare che possano dare un contributo utile al chiarimento della vicenda delle dimissioni di Alessia Gruzza. Mi sorprendo, inoltre, che con tante informazioni, Pollastri e Rigoni non si siano rivolti direttamente ai Carabinieri, come sarebbe stato loro dovere fare. L’ho fatto io al posto loro, anche perché dicono di essere consapevoli che “può non essere finita”. La pensiamo diversamente su tante cose, ma la loro sicurezza mi sta a cuore come quella di tutti gli altri cittadini. L’altra opzione che i due consiglieri, ignorando il ruolo e il significato istituzionale della carica che ricoprono, potrebbero aver giocato, speculando prima di tutto alle spalle di Alessia Gruzza. Un’ipotesi che, se dimostrata, sarebbe di una gravità unica”.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette