Published On: Mer, Mag 4th, 2016

Quanto conta la tecnologia in cucina?

Share This
Tags

small-kitchen-electrical-appliances-awesome-decor-on-kitchen-design-ideas

di GIORGIA FIENI – Ieri alla radio ho sentito porre uno strano quesito: “Preferireste tagliarvi un dito e tenere internet per sempre o conservare la mano ma non avere mai più accesso alla rete?”. Beh…in realtà non è un aut aut tanto semplice come sembrerebbe. Perché internet, e la tecnologia in generale, sono sempre più presenti nella nostra vita, e le relazioni di cui ci circondiamo (amicizia, lavoro, affari, amore) passano ormai tutte da lì.

Anche la gastronomia non si sottrae a questo progresso. All’inizio erano solo blog e ricette online, ma in pochi anni sono diventate sempre più complesse, passando da una semplice visualizzazione scritta ad una serie di foto e poi ai tutorial video. Ora si sta parlando di kitchen machines in grado di fare praticamente di tutto. Genie, per esempio, prepara primi, secondi e dessert senza problema alcuno: due ricercatori israeliani hanno messo a punto un sistema in grado di combinare ingredienti naturali per comporre porzioni da 140g.

Inoltre, grazie allo scambio di informazioni, si possono organizzare show cooking, corsi e lezioni, con la differenza, rispetto ad altre materie da studiare, che ancora non si è capaci di replicare virtualmente il gusto di un piatto. Ma, se si è provvisti di un’ottima stampante 3D, qualcosa di simile si può trasmettere anche a lunga distanza.

C’è però sempre uno “spauracchio”, nella tecnologia, ed è quello della critica gastronomica. L’apertura dei pensieri del singolo individuo al mondo li lascia correre liberi….ma spesso molti di questi non sono semplicemente pensieri, bensì giudizi (e non sempre liberi….a volte sono pure pilotati) che piombano come scuri sul lavoro altrui, minando le certezze e permettendo ai dubbi di impedire alla fantasia di svilupparsi.

Non dobbiamo quindi mai dimenticare una riflessione importante: la tecnologia è quasi indispensabile, ma è solo un aiuto. Un computer non fa nulla che noi non gli diciamo di fare né è capace di sperimentare nuovi accostamenti per stupire i nostri palati…è la mente umana, con le sue conoscenze tecniche, la sua esperienza e tutto ciò che sa di tradizione e di innovazione, a dare alla gastronomia la strada per progredire.

Ribaltare questo assioma potrebbe portare a conseguenze pericolose…

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette