Published On: Mar, Giu 14th, 2016

Il sindaco in ricordo di “Annibale”

Share This
Tags

Con la scomparsa del partigiano “Annibale” Parma perde uno degli ultimi protagonisti della Resistenza.

Luigi Rastelli, comandante della trentunesima Brigata Garibaldi, ci ha lasciato a 95 anni, dopo una vita dedicata all’impegno civile, prima per conquistare la libertà e poi per far sì che ciò che è stato non si dimentichi.

Sempre in prima fila in tutte le manifestazioni dell’ANPI,  di cui era presidente onorario, e che fino a poco tempo fa era la sua seconda casa, “Annibale” ha  lavorato per preservare e diffondere fra i giovani i valori che stavano alla base della Resistenza. Di questo dobbiamo essergli grati, nella certezza che la sua lunga vita è stata una vita spesa bene”.

Quello che rimarrà indelebile tra i miei ricordi, in questi anni in cui ho avuto la fortuna  di conoscerlo, è certamente la sua vitalità: sempre il primo, sempre davanti a tutti durante la marcia del 25 aprile, con grande dignità e al tempo stesso umiltà, come ho avuto modo di constatare facendo quest’anno l’intero percorso al suo fianco.

Mi piace ricordarlo con il tradizionale fazzoletto tricolore al collo e gli indumenti storici da partigiano, che era solito indossare il giorno in cui si ricordano le gesta della Resistenza. Annibale ha vissuto da uomo, e da uomo ci ha insegnato la parola “sacrificio”. Ora sta a noi mantenerlo vivo nella memoria, ricordando le sue parole e i suoi insegnamenti.

Federico Pizzarotti

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette