Nasce dal riscontro positivo della presenza dei City Angels sul territorio di Parma il nuovo progetto sperimentale che l’Amministrazione Comunale ha voluto realizzare, con il Comando di Polizia Municipale di Parma, per implementarne l’attività.

L’obiettivo è migliorare, attraverso la sola presenza, il passaggio e il controllo dei volontari, l’attività di osservazione e di prevenzione di possibili fenomeni di inciviltà, migliorando il decoro e la fruibilità delle aree di intervento.

“Stiamo cercando – ha esordito l’assessore alla Sicurezza Cristiano Casa – di ottimizzare il presidio sulla città anche attraverso collaborazioni con associazioni che si integrino e si coordino con la Polizia Municipale. Questa prima fase speriamo possa poi ampliarsi e prolungarsi”.

“Questo progetto – ha spiegato il comandante della Polizia Municipale Gaetano Noè – rientra nel concetto più ampio di coordinamento delle forze sul territorio: si tratta di un ulteriore slancio in questa direzione anche grazie ad associazioni come i City Angels, formate da volontari che sono stati opportunamente formati e che non svolgono attività in sostituzione, ma in stretto ausilio alle forze dell’ordine”.

Il progetto avrà una durata di 6 mesi (termine presunto fine 2016 ma è possibile venga prorogato) e prevede la presenza dei volontari City Angels nell’area monumentale del centro città ed in particolare via Trento, San Leonardo e via limitrofe, piazza Duomo, piazzale della Pace, piazzale Pilotta e area limitrofa al teatro Regio.

Le uscite si svolgeranno prevalentemente nelle ore serali/notturne (dalle 21 alle 24) ed il sabato mattina.

In caso di necessità i volontari potranno attivare il supporto della Polizia Municipale, delle forze dell’ordine e del 118 qualora emergesse la necessità di una assistenza  sanitaria.

Nel corso di svolgimento del progetto verrà infatti garantito uno stretto raccordo con la PM per lo scambio di informazioni riguardanti il monitoraggio del territorio e per la messa in campo delle possibili soluzioni delle problematiche evidenziatesi.

Inoltre, in base alle eventuali necessità che si dovessero evidenziare le aree di intervento potranno essere modificate, sempre in accordo con il comando della Polizia Municipale.

“Siamo onorati – ha detto Giancarlo Ruberti, coordinatore provinciale e vicepresidente nazionale City Angels – di poter operare sul nostro territorio in maniera ancor più organica. Il nuovo presidio e punto d’appoggio che ci è stato concesso presso la temporary station è un ulteriore modo per agevolare la nostra presenza in zone particolarmente problematiche”.

“Mi piace ricordare – ha concluso Cesare Bardelli, vicecoordinatore e preparatore formativo dei City Angels di Parma – che il motto su cui si basa la nostra associazione è “solidarietà e sicurezza”, il nostro compito durante le uscite è assistere le persone che si trovano in una qualsiasi situazione di difficoltà, mettendo sempre in sicurezza il più debole”.

Il progetto trova le sue premesse nell’art. 18 del protocollo di intesa per la sicurezza stipulato fra Comune e Prefettura di Parma “Per una città più sicura” il 3 dicembre 2015 che prevede che il Comune si impegni , in un’ottica preventiva, “a progettare e attivare servizi volti alla cittadinanza operando nei contesti complessi e multiproblematici attraverso iniziative e percorsi di stemperamento della conflittualità, prevenzione e integrazione sociale, animazione dello spazio pubblico, educazione alla convivenza e alla legalità, partecipazione comunitaria e dialogo tra le persone”.

 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: