Published On: Mer, Ott 12th, 2016

Stupido è chi lo stupido fa

Share This
Tags

di MARCELLO VALENTINO – Stupido è chi lo stupido fa, e Corona… altro che stupido: non esiste definizione per definirlo, è un trionfo di stupidità elevata all’ennesima potenza. I fatti sono sotto gli occhi di tutti e adesso tutte le scuse possibili sono solo scuse che saranno durissime da digerire per qualsiasi giudice. Galera dura, cruda e spietata per uno che non sa rendersi conto di chi ha contro e come un cretino qualsiasi si fa beccare con le mani nella marmellata. Tanta marmellata… e si vedeva da lontanissimo che si era sporcato dappertutto, solo lui non se ne era accorto, povero Corona, adesso sì che sono cazzi amari. Un’altra storia, un’altro caso: Pizzarotti è fuori dal Movimento Cinque Stelle e adesso sta decidendo cosa farà da grande; se vi ricordate bene, già molti mesi fa e in tempi non sospetti, vi avevo annunciato  che avrebbe fatto una lista civica tutta sua, adesso aspettiamo e vedremo  cosa succederà, anche perché Topo Gigio non vorrà di certo rimanere senza formaggio. Credo che Pizzarotti se farà una sua lista civica non combinerà un bel niente. Polvere eri e polvere ritornerai: è questo che Beppe Grillo vuole dimostrare per vendicarsi di Pizzarotti, di cosa lo sa soltanto lui, ma forse anche qualcun’altro, che però non lo dice, probabilmente riguarda il programma elettorale non rispettato, ma quale politico ha mai rispettato il suo programma elettorale? È come la storia che si racconta nella Bibbia, la storia dei primi sette giorni, di come venne creato il mondo, dell’albero proibito, della creazione di Adamo ed Eva, del peccato che questa fece e di quello commesso da Adamo mangiando la mela. Di Abele e Caino… di come Caino uccise Abele venendo poi relegato a nord dell’Eden e di come conobbe  la moglie, ma in principio non erano soli Adamo ed Eva?  Adesso voglio dire: Ma se Dio sapeva già tutto, perché Dio sa tutto, perché mai non li creo uguali a lui, quel tanto da non indurli in errori e farci così trascorrere una vita bellissima? Macché, il sadicone se n’è guardato bene di farci uguali a lui, sarebbe stato uno dei tanti e non uno o trino, vuoi mettere essere unico? Meditate gente, meditate, e comunque è una storia ridicola, poveri noi che ancora ci crediamo. E veniamo alla politica nazionale, con il Renzino che sta cercando di convincere i suoi compagni di partito (che non la vedono come lui vorrebbe). “…Ma come, la vede come me Verdini e voi no? che poi siete i miei compagni di partito… Sì, ma non di merenda, visto che per noi non c’è posto a tavola, e neanche su una sedia. Ma no, adesso se fate come dico io… prossimamente ci sarà posto anche per voi… (ma come si farà se le poltrone addirittura diminuiranno) …Oh, non ci avrai mica preso per scemi… non ci chiamiamo Giocondo, noi vogliamo la poltrona o magari anche solo una poltroncina…” 

Questo non s’era capito…

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette