Published On: Mer, Ott 5th, 2016

Una cucina reale

Share This
Tags

DI GIORGIA FIENI – La nuova stagione televisiva è pronta a sfornare nuovi cuochi e pasticceri: “Masterchef”, “Bake off”, “Top chef”…sono tutti format che, seguendo il consueto meccanismo di gare ad eliminazione, diplomano personaggi pronti ad esibirsi in show cooking e ristoranti.

Già, perché, si tende a dimenticarlo, ma il posto di un bravo cuoco non è davanti alle telecamere, bensì chiuso tra fornelli e frigorifero, con l’impegno di lavorare durante tutte le festività e l’obbligo del “buona la prima”, in quanto ogni piatto che esce dalla cucina deve essere perfetto, in presentazione e gusto.

Immaginatevi dunque la pressione psicologica che possono avere addosso Mark Flanagan, che lavora per la Regina Elisabetta, e Cristeta Comerford, al servizio degli Obama alla Casa Bianca. Il loro compito infatti prevede anche il tener segreti i gusti culinari dei propri capi, in modo da evitare imbarazzi e proteste.

A questo livello, poi, questi chef devono essere capaci di preparare “al volo” un pasto per capi di stato altrettanto esigenti (per esempio Carpaccio di tonno marinato, Costolette d’agnello farcite con asparagi e tartufo nero, Foie gras d’anatra confit, Riso con funghi neri, Delizia al limone – come hanno preparato nel 2015 nel corso di una serata speciale all’hotel Principe di Savoia di Milano), ma senza appunto trascendere, perciò piatti sani, materia prima di qualità e anche ricette etniche.

Il segreto poi è quello di mantenere in forma i propri datori di lavoro, pur mettendoli sempre seduti a tavola di fronte a più di una portata. Ricordo una confessione di Lady Diana che diceva di essersi fatta preparare una vellutata identica alla vista a quella della sua commensale (mi pare fosse Oprah Winfrey) ma senza panna né altri tipi di grasso. Ma ricordo anche che il frigorifero privato del palazzo dei Windsor conteneva barattolini di gelato lasciati apposta per i principini Harry e William, perché potessero soddisfare agevolmente la propria golosità…

Adesso però la Casa Bianca sta per cambiare proprietario (e forse chef) e per i corridoi di Windsor stanno già scorrazzando i piccoli George e Charlotte.

Mi chiedo a questo punto come e se cambieranno le abitudini alimentari americane e inglesi…

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette