Published On: Lun, Nov 7th, 2016

“Dire, fare…leggere e narrare. Festival della lettura per ragazzi”

Share This
Tags


Dal 12 novembre, al via l’iniziativa che coinvolge le Biblioteche dei Comuni della Pedemontana. Fino a maggio, un calendario di appuntamenti: mostre, spettacoli, laboratori ed incontri letterari. Tutte attività ad ingresso libero

 

Prenderà il via sabato 12 novembre, “Dire, fare…leggere e narrare. Festival della lettura per ragazzi”, la rassegna che unisce l’attività delle Biblioteche dei cinque Comuni della Pedemontana Parmense.

Un festival letterario per i piccoli, dislocato in diverse sedi, con un calendario di proposte (fino a maggio 2017) rivolte al pubblico e alle scuole.

In cartellone: incontri con autori, laboratori manuali e creativi, mostre, giochi e spettacoli che hanno al centro le opere letterarie per bambini e ragazzi. 

«Non è scontato mettersi intorno ad un tavolo e condividere idee e progetti, questo festival è un risultato importante in termini di collaborazione dell’Unione Pedemontana anche sui temi culturali – ha affermato Giovanni Ronchini, assessore alla Cultura del Comune di Sala Baganza durante la presentazione del programma insieme agli amministratori degli altri Comuni della Pedemontana Parmense -, ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per mettere in piedi un cartellone così ricco di iniziative, è un festival che promuove la lettura rivolgendosi ai bambini e ai ragazzi, in un’epoca in cui il numero di lettori si abbassa sempre di più questa iniziativa delle Biblioteche assume un significato fondamentale nelle politiche culturali».

 

Dello stesso parere il sindaco di Felino Elisa Leoni: «il progetto è un esempio positivo di collaborazione e di sinergia di risorse non solo economiche ma anche umane, è importante ricordare che il festival si rivolge al pubblico ma anche alle scuole, entrando quindi nell’attività didattica».

 

Sul fronte della scuola, sono intervenuti i due assessori di Traversetolo e Montechiarugolo Elisabetta Manconi e Daniele Frigeri sottolineando entrambi che «il festival si rivolge alla fascia 0-14, un’età in cui la promozione della lettura assume un’importanza strategica dal punto di vista educativo e di sensibilizzazione, rappresentando un’opportunità di crescita culturale».

 

«Il festival è frutto di idee condivise e di una varietà di proposte, che uniscono progetti, buone pratiche e specificità delle singole Biblioteche – ha aggiunto Michela Zanetti, assessore alla Cultura di Collecchio -, realtà culturali di riferimento per il territorio, che operano ogni giorno per la promozione della lettura».

 

Del programma nello specifico, hanno parlato Lucia Longhi dell’Ufficio Scuola del Comune di Sala Baganza e Maria Cristina Ramuschi responsabile della Biblioteca di Traversetolo che, oltre a sottolineare l’alto livello delle proposte di lettura e degli scrittori ospiti degli incontri, hanno ringraziato il lavoro svolto dalle colleghe delle Biblioteche e tutti i volontari che sono stati coinvolti.

 

Ad inaugurare il programma, sabato 12 novembre,  sarà il “Seminario sul presente e futuro della letteratura per ragazzi”, al Teatro di Felino, rivolto soprattutto a specialisti del settore e insegnanti.

 

L’idea di un Festival per ragazzi è stata finanziata con un contributo della Regione Emilia Romagna. Il progetto, infatti, era stato presentato dalle Biblioteche dei Comuni dell’Unione Pedemontana (con Sala Baganza capofila) ad un concorso bandito dalla Regione, l’IBC,  per finanziare iniziative in forma associata che valorizzassero il patrimonio culturale e i servizi delle biblioteche e degli archivi, nell’ambito della L.R. 18/2000.

 

L’iniziativa si pone come un progetto di valorizzazione del patrimonio delle Biblioteche dei Comuni dell’Unione (Collecchio, Felino, Traversetolo, Sala Baganza, Montechiarugolo), omogenei per situazione economica e sociale, che stanno predisponendo azioni integrate su diversi fronti, non solo per ottimizzare le risorse ma anche per fornire maggiori opportunità ai lori cittadini.

 

Il Festival, in quest’ottica, nasce da una riflessione condivisa, basata anche sull’esperienza che ha rilevato in questi anni che: il pubblico si sposta frequentemente per usufruire delle diverse proposte presenti sul territorio e che la fascia 0/14 è l’età sulla quale focalizzare le iniziative per promuovere la lettura.

 

 

 

 

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-12-20




Video Zerosette