Published On: Mer, Nov 2nd, 2016

Riprendersi la città

Share This
Tags

di MARCELLO VALENTINO – Riprendersi la città… perché riprendersi la città? ma la città di chi è? ha un padrone? Certo, qualcuno vorrebbe essere il padrone anche di Parma, tuttavia Parma è dei parmigiani… Ma voi lo volete un padrone? Voi parmigiani, che un padrone lo avete sempre avuto e che non avete mai smesso di averlo, cosa dite… non è forse il caso di farla finita con i padroni? Certo, ritornare ai vecchi tempi è molto comodo (visto come siete stati abituati negli anni), al modello del “Zitti e muti, qui comando io”. Pagare ottocento  milioni di debiti senza fiatare e senza sbattere nessuno in galera in modo da non fare un minimo di trattativa con le banche e i creditori è solo da sottomessi o cretini, oltretutto con una giunta grillina sconfessata e incapace. A Parma si vive discretamente bene, tutti si sono abituati nel tempo a stare sotto lo schiaffo, e scrollarsi di dosso l’abitudine è difficilissimo, ma una volta tanto un briciolo di orgoglio non vi farebbe male, non è che ci morite. Il disegno è quasi pronto, ma che dico quasi, è prontissimo, e già da un pezzo, ora non resta che metterlo in pratica con le prossime elezioni. Anche se i contendenti saranno tanti, ma proprio tanti. Ma questa volta non ci sarà storia, vedrete, a meno che la squadra che dovrebbe certamente vincere non sbaglierà cavallo e prenderà un brocco (e Parma ne è piena). Allora la vedo dura. Non sono stato molto chiaro… Beh, un po’ di suspance ci vuole, e poi fatevi una vostra idea, d’altronde non è così difficile capire cosa succederà prossimamente in città. Riprendersi la città… di chi era prima la città? Mia? Vostra? Andiamo avanti che di nemici ne abbiamo abbastanza. Ecco, i nemici: il motivo per cui non si fa mai niente in Italia è perché ci sono sempre troppi nemici in agguato; i nemici del governo sono certamente le lobby e i banchieri,  senza di loro non si può fare nulla, e infatti nessuno fa nulla se non contro chi non conta un bel niente, e chi è che non conta un bel niente in questo paese? Il cittadino qualsiasi. Non è che vi siete stufati di fare i cittadini qualsiasi e avete voglia di un po’ di rivoluzione, tipo non pagare più nessun tipo di tassa? Pensate come si affosserebbe questo paese… Tempo tre mesi e tutto  andrebbe al catafascio. E facciamolo una buona volta, e non se ne parli più. Oppure credete che con i prossimi politici cambierà qualcosa? Sì, qualcosa cambierà, ma per loro e per noi sarà sempre uguale, se non addirittura peggio. Dimezzare gli stipendi dei parlamentari? Ma cosa si dimezza? una bella mazza… una piccola parte, solo una piccola parte, altro che dimezzare, informatevi bene. E’ la solita truffa parlamentare, se poi si pensa che è fatta dal Movimento Cinque Stelle allora è  tutto dire. Una minestra riscaldata, la politica costa, ormai l’hanno capito anche loro, come il referendum del PD, solo prese in giro. Ma fare delle leggi  serie, non è possibile in questo paese? Cose serie, tipo dimezzare i politici di ogni ordine e grado, dimezzare gli stipendi di tutti i dipendenti pubblici che guadagnano più di cinquemila euro al mese realmente, via tutte le auto blu, via tutti i privilegi, via i finanziamenti ai giornali, via gli enti inutili, via, via, via… e  via anche dall’Europa, che è solo una sanguisuga. Sovranità monetaria = salvezza. Vedrete cosa succederà in Inghilterra, un bel niente, anche se le grandi banche hanno minacciato di andar via dall’Inghilterra. C’è solo da esultare per gli inglesi, meno strozzini in giro, evviva. Se i nostri politici avessero i coglioni e voglia di andarci a studiare un po’, forse tornerebbero con le idee  più chiare o forse non tornerbbero più. Mi schifo al solo pensiero, ma questa è la realtà. Non siete stufi di essere presi per i fondelli? Fondelli??? Direi culo.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette