Published On: Mer, Dic 14th, 2016

Presentato il progetto del nuovo parco di Vigatto, stanziati 450 mila euro

Share This
Tags

Ammonta a 450 mila euro lo stanziamento del Comune per dare seguito al progetto del nuovo parco di Vigatto. L’intervento, fortemente voluto dall’assessorato ai lavori pubblici, è in capo alla società di scopo del Comune, Parma Infrastrutture spa, che ha in carico il patrimonio dell’ente ed è stato presentato nel corso di un incontro pubblico, nella serata di martedì 13 dicembre, nella sala parrocchiale delle chiesa di San Pietro a Vigatto. Al momento hanno preso parte il sindaco, Federico Pizzarotti, l’assessore ai lavori pubblici, Michele Alinovi; il progettista architetto Alessandro Massera dello studio Gazza – Massera Architetti e l’agronoma, Elisa Marmiroli, dello studio Arbora; con loro anche il direttore del settore lavori pubblici del Comune, Silvano Carcelli, e Albino Carpi ingegnere di Parma Infrastrutture spa. Il progetto ha visto il coinvolgimento dei cittadini e dei rappresentanti del Consiglio dei Cittadini Volontari di Vigatto, per cui erano presenti Oscar Pioli, Cristian Salzano, Stefano Mainardi e Marcello Motta. In sala c’erano circa 80 persone.

“Si tratta di un progetto che rientra in una serie di interventi programmati dall’Amministrazione a favore delle frazioni – ha spiegato il sindaco, Federico Pizzarotti – così come quelli previsti per la riqualificazione delle piazze nelle frazioni di Corcagnano e Vicofertile, a cui si aggiungono gli interventi in zone periferiche come le aree cani di San Pancrazio e San Prospero ed al di fuori della stretta cerchia del centro storico, come quelli in via Palermo. Il Comune, infatti, ha pensato di prevedere una serie di interventi distribuiti sull’intero territorio e non solo nella zona del centro per soddisfare le richieste di coloro che vivono nelle varie zone della città”.

L’assessore ai lavori pubblici, Michele Alinovi, ha aperto il suo intervento ringraziando il marchese Raimondo Meli Lupi che “ha donato 9 mila metri quadrati di proprietà per la realizzazione del nuovo parco. Si tratta – ha aggiunto Alinovi – di un’ottima azione a favore della comunità e dell’Amministrazione Comunale che ha avviato un percorso partecipato per la redazione del progetto relativo al nuovo parco di Vigatto”. Il Comune, infatti, ha tenuto conto dei rilievi emersi in due incontri precedenti e delle istanze scritte presentate dai cittadini al Comune per fare in modo che il progetto del nuovo parco tenga conto delle osservazioni di cittadini e dei membri del Consiglio dei Cittadini Volontari di Vigatto. L’assessore ha anche fatto presente che l’Amministrazione si è fatta carico delle problematiche legate a strada Martinella, che presenta una sezione stradale stretta e marciapiedi poco agevoli. “Nel piano triennale delle opere pubbliche – ha spiegato Alinovi – sono stati inseriti investimenti, spalmati su tre annualità, per la realizzazione della bretella che colleghi la tangenziale a Vigatto; tutto questo con un impegno economico forte da parte del Comune che ha anche previsto, sempre nel piano triennale delle opere pubbliche, la realizzazione della pista ciclabile tra Alberi ed il Campus”. Il progetto dell’area verde di Vigatto è stata interpretata dall’Amministrazione, ha concluso l’assessore Alinovi, come la realizzazione di una sorta di giardino storico reinterpretato in chiave contemporanea che dà continuità al disegno Sette – Ottocentesco del Parco della Villa Meli Lupi, valorizzando, così, gli spazi pubblici del piccolo centro storico della frazione di Vigatto.

La progettazione è stata predisposta dall’architetto Alessandro Massera ed ha preso avvio dall’analisi del contesto che ha messo in luce due elementi caratterizzanti che di fatto costituiscono lo sfondo del contesto di intervento: la preziosa presenza, sul limite sud dell’area d’intervento, del parco Meli Lupi caratterizzato da alberature monumentali di grande pregio ben visibili dal futuro parco pubblico, ed il fronte continuo del muro di cinta della villa storica.

Il tema principale al centro del progetto riguarda la riorganizzazione del sistema viabilistico che presenta alcune criticità; il nuovo assetto prevede un nuovo collegamento stradale tra via Cartiera e via Schianchi con l’interposizione di una rotatoria parzialmente sormontabile al loro incrocio, in modo da consentire a chi percorre via Schianchi in entrata di poter ritornare su Strada Martinella.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette