La vicesindaco, Nicoletta Paci, con delega alle pari opportunità, ha aperto il convegno: “Bigenitorialità: i diritti e i bisogni del minore nell’ambito delle crisi familiari” che si è svolto questa mattina al WoPa e che ha visto l’intervento di esperti e dell’assessore al welfare Laura Rossi.

Parma tre anni fa è stata la prima città in Italia che ha istituito il Registro per il diritto del minore alla Bigenitorialità, per l’effettivo rispetto del diritto del minore a fruire con pari opportunità dell’apporto educativo e affettivo di ciascun genitore. Compiutosi il decennale della legge 54/2006 sull’affidamento condiviso, il Comune di Parma – Assessorato alle Pari Opportunità e Assessorato al Welfare – e l’Associazione “Crescere Insieme” hanno organizzato una giornata di studio sullo stato attuale del rispetto del diritto minore alla bigenitorialità. Circa 30 Comuni e città hanno raccolto le richieste dei cittadini a seguire l’esempio di Parma.

Il convegno ha trattato gli ambiti applicativi della legge in Italia e in Europa, nonché le modalità utilizzate per la tutela del minore alla luce delle esperienze maturate in questi undici anni. Sono state prese in esame anche le difficoltà di applicazione del registro, nella vita quotidiana, nel rapporto con gli ambiti a noi più familiari quali istruzione, sanità e giustizia.

Ha aperto i lavori la vicesindaco, Nicoletta Paci. Il convegno è stato moderato da Antonio Pirisi, neuropsichiatra dell’età evolutiva. Pio Massa, Presidente del Tribunale di Parma; Roberto Russo, Docente di Diritto Costituzionale, e Marino Maglietta, Presidente dell’associazione ‘Crescere Insieme’, si sono soffermati sulle implicazioni giuridiche della violazione dei diritti relazionali del minore.

Sara Pezzuolo, Psicologa Giuridica, Psicodiagnosta Forense, Criminologa, ha parlato del fondamento dei rapporti familiari nell’ambito della bigenitorialità.

E’ seguita una tavola rotonda incentrata su: “Formulazione prassi di bigenitorialità” e moderata dall’assessore al welfare del Comune di Parma, Laura Rossi.

Per l’area giuridica sono intervenuti: Daniela Francalanci dell’Ordine degli Avvocati di Parma e Antonio Costa dell’Associazione “Crescere Insieme”.

Per l’area sanitaria hanno preso la parola Anahi Alzapiedi, Dirigente Sanitario AUSL Parma e Paolo Ronchini, Vice Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Parma. Per l’area scuola sono intervenute Simonetta Franzoni, referente provinciale per l’integrazione scolastica, e Lisa Bertolini, responsabile nidi d’infanzia Servizi Educativi del Comune di Parma. Ha chiuso il lavori l’assessore al Welfare del Comune di Parma Laura Rossi

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: