Secondo il nostro ordinamento il Sindaco è il responsabile ed il garante della sicurezza urbana e può intervenire attraverso l’estensione del potere di ordinanza. Eppure dopo quasi cinque anni di governo della Giunta Pizzarotti, a Parma sotto questo aspetto la situazione sta degenerando, come confermano gli ultimi fatti di cronaca.

l’insicurezza la fa da padrone in quasi ogni quartiere di Parma e il cittadino si sente allo sbando ed indifeso davanti allo spaccio, ormai esercitato alla luce del sole, alla microcriminalità, alle quotidiane risse per spartirsi la piazza, all’assenza delle istituzioni. Situazioni di degrado sono sotto gli occhi di tutti in Piazzale della Pace, Piazzale della Stazione, Oltretorrente, San Leonardo e il quartiere Pablo, dove l’unica iniziativa dell’Amministrazione è stata la dismissione delle panchine.
Assistiamo ancora una volta al tradimento del mandato di Pizzarotti. Nel programma elettorale del 2012, infatti, il sindaco uscente prometteva: l’istituzione dei Vigili di Quartiere, la promozione di incontri pubblici con la polizia municipale, il miglioramento della loro professionalità, la dotazione di servizi sociali e culturali, il controllo degli immobili irregolarmente occupati. Nulla è stato fatto né sono state emesse ordinanze a difesa dei cittadini.
Non è un caso che Parma oggi occupi, nella classifica su sicurezza e reati del Sole24Ore, la posizione 87 su 110 città italiane, molto distante da quella ottimisticamente visionaria spacciata dal Sindaco. Solo ieri Pizzarotti affermava che il Movimento 5 Stelle è incapace di governare: sarebbe meglio che riflettesse su come ha governato lui. I cittadini lo sanno.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: