In merito allo scandalo esploso in questi giorni che ha coinvolto in modo pesante la Sanità di Parma, il MeetUp Parma Ducato 5 Stelle ritiene che, a conclusione delle indagini, i colpevoli debbano essere punti severamente sia sul piano penale che sul piano amministrativo da parte dei vertici della sanità locale e regionale e che, ove venissero accertate, siano individuate e perseguite eventuali responsabilità sul piano istituzionale e politico. Ciò a tutela innanzitutto della salute di tutti i cittadini, ma anche delle migliaia di operatori (Medici, ma anche personale sanitario, direttivo ed operativo) che a Parma operano con onestà e professionalità.  Per questo esprimiamo un certo stupore nel venire a conoscenza che il candidato Sindaco del M5S Daniele Ghirarduzzi, durante il volantinaggio effettuato ieri, 10 maggio, davanti all’Ospedale (come riporta la Gazzetta di Parma di oggi) abbia rivolto il proprio attacco non, eventualmente, alla Regione, che gestisce la Sanità, o al PD, che la Regione presiede ed amministra, ma al Sindaco Pizzarotti, che con la gestione della Sanità, e in particolare dell’Azienda Ospedaliero Universitaria, non ha nulla a che fare.  Spiace, nella circostanza, dover registrare un’altra conferma del fatto che la campagna elettorale di Daniele Ghirarduzzi sembra improntata a combattere un unico nemico, Federico Pizzarotti, in questo unendosi nei fatti al coro dei vecchi partiti nel tentativo di riconquistare il potere dal quale, nel 2012, i cittadini di Parma, assegnando al vittoria al M5S,  li hanno estromessi
Ancora una volta non una parola, sul piano politico, contro il PD, la Regione, il Governo (visto che il principale indagato era anche consulente del Ministero della Sanità). Per giunta, nel caso specifico,  viene chiesto il Commissariamento dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria, dimenticando (o non sapendo) che l’indagine è partita proprio su segnalazione del Direttore Generale Massimo Fabi al quale pertanto, anziché chiederne la rimozione, andrebbe attribuito un plauso riconoscente, anche da parte del M5S.
Auspichiamo che nell’incontro programmato per sabato 13, alla presenza del portavoce Sen. Nicola Morra, cui diamo il più sincero e cordiale benvenuto a Parma, Ghirarduzzi abbia modo di correggere il tiro puntando il dito contro il veri responsabili, sostenendo e supportando  il Sindaco ed il Comune, che in questi frangenti hanno il compito ed il dovere di tutelare i cittadini, i professionisti  e i lavoratori onesti della sanità.

P. Attivisti e Portavoce del MU
Il co-organizer
Paolo Sassi

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: