All’interno dei quotidiani controlli della Polizia Municipale sul territorio, un parmigiano, residente a Sala Baganza, è stato denunciato per fabbricazione e uso di targa falsa. La moto una Suzuki GSRX 1000, parcheggiata in borgo Carissimi, ha attirato l’attenzione di una pattuglia della Polizia Municipale di Parma, in servizio di prossimità e controllo del territorio, in quanto la targa presentava una piccola anomalia: un particolare nel disegno delle lettere e dei numeri che non è sfuggito agli agenti.

Con l’aiuto celere della Centrale Radio Operativa di via del Taglio, è stato possibile trovare il telaio della Suzuki e risalire alla “vera targa” del veicolo. Gli agenti hanno cosi effettuato un controllo incrociato dei dati, sia sul posto che presso il Comando e hanno appurato che quella targa in realtà era “falsa”, nonostante fosse quasi impercettibile l’anomalia.

Il veicolo è stato quindi sequestrato come prevede il Codice della Strada in caso di reato commesso con l’uso di motoveicoli; la moto è risultata inoltre non assicurata e nemmeno revisionata. Il proprietario è stato denunciato a norma degli articoli 100 del Codice della strada e 482 e 489 del Codice Penale, rischia fino a 8 anni di reclusione, ed ha ricevuto una sanzione amministrativa relativa agli articoli 193 e 80 del CDS, poco meno di mille euro.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: