In occasione della partita “Parma 1913 vs Brescia” prevista per domenica 10 settembre 2017, alle ore 17.30, presso lo stadio “Ennio Tardini”, è stata emanata l’ordinanza sindacale che vieta la vendita, la somministrazione e il consumo di bevande alcoliche e super alcoliche e la vendita di bevande non alcoliche in contenitori di vetro o lattine di alluminio.


Il divieto riguarda le tre ore precedenti e l’ora successiva la fine dell’incontro di calcio (pertanto dalle ore 14.30 alle ore 20.15).

L’Ordinanza è stata emessa su richiesta della Questura di Parma per salvaguardare esigenze di ordine e sicurezza pubblica e, nel dettaglio, stabilisce i seguenti divieti:

·   divieto assoluto di vendita e somministrazione (fatta eccezione per la sola somministrazione al tavolo effettuata congiuntamente ai pasti) di bevande alcooliche e superalcooliche con gradazione superiore a 5°, in contenitori di qualunque specie e materiale, all’interno del perimetro delimitato dalle seguenti strade, pure ricomprese: via Zarotto, via Montebello, viale Rustici, viale Basetti, viale Toscanini, viale Mariotti, viale Toschi, viale Bottego, via Europa, via Villa Sant’Angelo, via Falcone, via Alessandria, via Trento, via Palermo, via Doberdò, via Don Camesasca, via Toscana, via Mantova (fino a via Zarotto);

·   divieto assoluto, all’interno del perimetro sopra indicato, di vendita di bevande non alcoliche in contenitori di vetro o lattine in alluminio, prevedendosi in sostituzione la vendita in contenitori di carta o plastica;

·  divieto assoluto di consumo di bevande alcooliche e superalcoliche con gradazione superiore a 5°, in contenitori di qualunque specie e materiale, nelle vie di adduzione ai tornelli d’ingresso dell’impianto sportivo: piazza Risorgimento, viale Partigiani D’Italia, via Puccini, str. Torelli, , via Pezzani, via Scarlatti.

L’inottemperanza all’Ordinanza è punibile con la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro, con pagamento in misura ridotta pari a 50 euro e la vigilanza è affidata alla Polizia Municipale ed alle Forze di Polizia.


Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: