In merito all’articolo apparso sulla Gazzetta di Parma del 3 ottobre dal titolo “Consulente fugge con i soldi del Comune”, il Comune di Parma fa presente che l’informazione fornita è parziale, in quanto la somma in questione è stata integralmente recuperata e soprattutto in quanto i soldi non erano del Comune di Parma.
Alla notizia della sparizione del consulente Federico Faccini, che non operava infatti per il Comune, ma per la partecipata Stu Authority, la società ed il Comune di Parma si sono  immediatamente attivati con le autorità competenti e con l’istituto di credito, che ha proceduto alla refusione integrale della somma indebitamente sottratta dal Faccini, pari a 576.000 euro, con valuta retrodatata al giorno dell’ammanco.
Pertanto Stu Authority, e indirettamente il Comune di Parma, non hanno subito alcun danno finanziario da tale vicenda.
Fermo restando, quindi, il recupero già avvenuto, si confida ora nell’azione delle forze dell’ordine e della giustizia affinché sia fatta totale chiarezza nel più breve tempo possibile.

Simona Morini

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: