A seguito degli sforamenti del valore limite giornaliero del PM10 che si sono verificati da venerdì scorso, con picco di 79 µg/m3 nella giornata di ieri, in base a quanto stabilito dal PAIR (Piano Aria Integrato Regionale) e dal Nuovo Accordo di bacino padano, da domani si attiva per la prima volta il meccanismo emergenziale della stagione 2017-2018.

 

Il meccanismo prevede che, a seguito del superamento continuativo del PM10 nei quattro giorni antecedenti l’emissione dei bollettini ARPAE del lunedì e del giovedì vengano disposte le seguenti misure emergenziali (I livello di allerta):

 

1. ampliamento della limitazione della circolazione dalle 8.30 alle 18.30 a tutti i veicoli diesel Euro 4;

2. potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti sulla base delle limitazioni della circolazione in vigore;

3. riduzione delle temperature di almeno un grado centigrado negli ambienti di vita riscaldati (fino a massimo 19°C nelle case, negli uffici, nei luoghi per le attività ricreative associative o di culto, nelle attività commerciali; fino a massimo 17°C nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali) con esclusione degli ospedali, delle case di cura, delle scuole e dei luoghi che ospitano attività sportive;

4. divieto di uso di biomasse per il riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) con classe di prestazione emissiva <3 stelle;

5. divieto di combustione all’aperto (residui vegetali, falò, barbecue, fuochi d’artificio ecc…);

6. divieto di spandimento di liquami zootecnici;

 

 

Tutte le misure descritte sono disciplinate dall’ordinanza sindacale rep. n. 188 del 29/09/2017.
 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: