Un programma per trasmettere il dialetto e fare incontrare le generazioni

Enrico Maletti e Cristina Cabassa tornano nelle residenze per anziani di Asp Ad Personam con un nuovo progetto di conoscenza del dialetto parmigiano, che nel 2018 coinvolgerà anche il liceo Sanvitale e la scuola primaria Corridoni.
Nel 2017, a Villa Parma e nelle strutture di Asp in Oltretorrente, si è svolto con grande successo il programma “Pärla cme ‘t magn”, con laboratori per gruppi di anziani sul significato di parole, proverbi e modi di dire dialettali, percorso concluso con un evento musicale e poetico lo scorso dicembre dedicato al maestro Verdi, cui ha partecipato anche il famoso basso Michele Pertusi.
Il nuovo programma per l’anno da poco iniziato, porterà Maletti e Cabassa – noti esperti e divulgatori del vernacolo locale – ad organizzazione uno spettacolo. Il progetto Tra Storia e dialetto coinvolgendo gli anziani della residenza protetta Gulli, i ragazzi di una classe terza della Sanvitale ed i bambini di una terza della Corridoni.
L’iniziativa mira a divulgare la cultura e il mantenimento del dialetto parmigiano, ma anche a far conoscere agli studenti il lavoro assistenziale e di animazione con gli anziani e a favorire relazioni fra persone di età diverse. Sotto la guida di Maletti e Cabassa e con la partcipazione dello psicologo di Asp
Domenico Sgromo, il gruppo coinvolto sarà impegnato in danze, recitazione e approfondimento di testi dialettali.
A fine marzo, lo spettacolo sarà rappresentato presso il Gulli in Oltretorrente ed Enrico Maletti potrebbe anche partecipare ad una assemblea degli studenti al liceo delle scienze umane Sanvitale.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: