Portavoce Congresso, soluzione con ‘dialogo e consultazioni’

I rapporti tra Cina e Usa sono tra quelli bilaterali “più importanti al mondo” e la loro stabilità “interessa non soltanto i due Paesi”, ha affermato Zhang Yesui, portavoce del Congresso nazionale del popolo, alla vigilia della sua apertura.
L’interscambio commerciale ha superato di 580 miliardi di dollari ed “è normale che ci siamo problemi. Ma se gli Usa prendono iniziative contro gli interessi della Cina, allora prenderemo misure necessarie”. Zhang ha detto che la soluzione poggia su “apertura mercati, dialogo e consultazioni”.

La Cina non vuole alcuna guerra commerciale con Usa, “ma non ignoreremo le azioni che minacciano i suoi interessi”, ha detto Zhang a pochi giorni dall’annuncio del presidente Donald Trump sui dazi portati al 25% e al 10%, rispettivamente alle importazioni di acciaio e alluminio, avendo all’apparenza per target proprio Pechino. Cina e Usa hanno sistemi e culture diversi, ma “questo non vuol dire necessariamente che debba esserci un conflitto”, ha aggiunto il portavoce, mettendo in guardia “da errori di calcolo e giudizio” che potrebbero avere pesanti conseguenze.

Zhang, infine, ha ricordato il dialogo in corso tra le diplomazie dei due Paesi che una nuova tappa a Pechino. La scorsa settimana Liu He, il più stretto advisor economico del presidente Xi Jinping e indicato come prossimo vice premier, si è recato a Washington allo scopo di provare ad allentare le tensioni. Prima di lui, a inizio febbraio, c’è stata la missione del Consigliere di Stato Yang Jiechi, il capo della diplomazia cinese.

fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: