La Provincia chiarisce che dal 1° gennaio 2016 la competenza per i danni da fauna selvatica, sia in caso di incidente stradale, sia di danni all’agricoltura, è regionale. Cosa occorre comunicare. Le truffe vengono smascherate.

 

E’ di oggi la notizia che un giudice di pace ha condannato la Provincia di Parma a pagare un risarcimento per un incidente stradale provocato da un capriolo su una strada provinciale. L’Ente precisa che il sinistro è avvenuto nel 2015, quando la competenza per i danni da fauna selvatica, sia in caso di incidente stradale, sia in caso di danni all’agricoltura, era ancora delle Province. Ma dal 1° gennaio 2016, per effetto della riforma istituzionale, la competenza è regionale.

Non a caso, da un paio d’anni sede giudiziale la stragrande maggioranza delle sentenze emesse è a favore della Provincia, sia quelle del giudice ordinario, sia buona parte di quelle dei giudici di pace.

 

CHE FARE IN CASO DI INCIDENTI

In caso di incidenti provocati da fauna selvatica (caprioli, cinghiali o altro) su strade provinciali, occorre fare denuncia alla Regione Emilia-Romagna, comunicando il punto esatto dell’incidente (la progressiva chilometrica), con foto del sinistro, copia del libretto di circolazione, precisando se vi siano feriti e se vi siano testimoni, se siano intervenute le forse dell’ordine o di pubblica sicurezza.

 

Purtroppo si sono verificati vari tentativi di simulazioni, con l’utilizzo di peli di cinghiali o di caprioli inseriti ad arte nelle auto incidentate. Occorre precisare che ormai anche queste truffe vengono smascherate.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: