Autostrade per l’Italia sconsiglia di mettersi in viaggio verso le aree interessate

L’A1 da Milano e Bologna è stata riaperta: il tratto autostradale era stato chiuso in entrambe le direzioni, da Milano a Sasso Marconi e poco dopo a Bologna in direzione sud, a causa della pioggia gelata che stava causando la formazione di causa di ghiaccio.

Autostrade per l’Italia spiega che dalla serata di ieri l’Emilia Romagna è interessata dal fenomeno meteorologico della pioggia gelata a causa del quale si sono rese necessarie le chiusure nella regione di alcuni tratti autostradali dell’A13, dell’A14, oltre che dell’A1.

Chiuse in entrambe le direzioni i tratti la A13 tra il bivio con la A14 e Ferrara Sud, A14 tra Bologna San Lazzaro e Cattolica inclusa la diramazione per Ravenna. Il fenomeno del gelicidio, che ha ghiacciato le linee di alimentazione elettrica dei treni sta provocando problemi soprattutto in Liguria: circolazione ferroviaria sospesa sulle linee Genova-Milano, Genova-Torino, Genova-Savona e Parma-La Spezia.

In Emilia Romagna e in Veneto, dove era prevista per oggi un’offerta dell’80%, i treni stanno viaggiando anche in percentuali maggiori. Sulla restante rete regionale la circolazione procede con regolarità. Garantito il 100% dell’offerta dei treni ad alta velocità. Sempre in Liguria, un’intensa nevicata sta causando diversi problemi in provincia di Savona.

E’ stata riaperta l’autostrada A10 chiusa stamani per un incidente, senza feriti, verificatosi all’altezza di Spotorno. Era stato chiuso l’intero tratto tra Pietra Ligure e Savona in direzione Genova: un provvedimento che ha immediatamente mandato in tilt l’Aurelia, complici anche le condizioni atmosferiche. Sul tratto, dove nevicava, si erano formate lunghe code. Riaperta invece nella notte l’autostrada A12 fra i caselli di Sestri Levante e della Spezia, chiusa ieri sera in seguito ad una nevicata e per il ghiaccio sulla carreggiata.

In Europa  55 i morti per maltempo – Sale a 55 morti il tragico bilancio dell’ondata di maltempo che si è abbattuta da domenica scorsa su tutta Europa. Lo riferisce la Bbc. La situazione più grave in Polonia, dove i morti assiderati – in gran parte senzatetto – sono stati almeno 21. Altri sette morti in Slovacchia e sei nella Repubblica Ceca. Tre le vittime in Spagna, 5 in Lituania, 4 in Francia, due in Serbia, Italia, Slovenia e Romania. Un morto in Gran Bretagna.

fonte ansa

 

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: