Una foto di archivio mostra le giocate al Superenalotto a Napoli. Per riciclare i proventi del traffico di droga la ‘ndrangheta faceva anche ricorso al sistema delle vincite a giochi e lotterie. Lo hanno accertato i carabinieri del Ros, secondo cui
l’organizzazione criminale riciclava acquistando dal vincitore del Superenalotto schedine vincenti e facendosi accreditare le vincite su conti accesi appositamente, sottraendosi al rischio di segnalazioni per operazioni sospette.

ANSA/CESARE ABBATE/DBA

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *