Published On: Mer, Dic 19th, 2018

GOTHAM STRETTA MORTALE

Share This
Tags

di MARCELLO VALENTINO – Da dove cominciare: da Parma, dall’Italia o dall’ Europa? Non vedo molta differenza allargando lo sguardo… Cominciamo da Gotham City alias Parma, Pizza rotto si presentò dopo l’ecatombe di Vignali ad opera di un omonimo… come il nuovo Messia che dopo appena tre giorni rinnegò suo padre alias grullo. Oggi Pizza rotto è perfettamente allineato, è pronto a spiccare il salto con i dovuti appoggi… Il grande salto (nel vuoto) speriamo. Oggi Pizza rotto si fa intervistare e fa occhi melensi agli odiati vecchi nemici, ma si sa, siamo a Parma, dove i nemici diventano amici anche se restano sempre nemici, si fa per dire. Raccontarvi di Gotham Parma City… cos’altro vi posso dire, che l’attuale presidente dell’ UPI ha un macello nella bassa parmense, un macello avete letto bene. Invece a Parma tutto è diverso, anche l’inceneritore è quello di Reggio Emilia qui riciclato. A vedere i servizi dell’unica TV sopravvissuta, sembrano tutti fratelli, ma sotto sotto si fa a coltellate. Il resto della storia dovreste conoscerla, ma se la ignorate ancora continuate a seguirci, che ve la racconteremo ancora tante altre volte. Intanto, a tutti, tranne a chi non se lo merita, Buon Natale. Ah, dimenticavo la novità: il futuro scettro del comando del gruppo Gazza a chi sarà affidato? Se vi interessa cercate di capire l’indovinello che vi propongo… In Gazzetta chi comanda non comanda chi comanda, semplificazione: chi amministra, non amministra, ma amministra chi sa amministrare, auguri. Italia : siamo messi male… oserei dire malissimo, ma almeno per adesso i nostri politici sono riusciti ad evitare i Gilet gialli. Avete fatto attenzione dopo i primi disordini in Francia? il prezzo dei carburanti in Italia è sceso vertiginosamente. Come mai? Grande intuizione? No, semplicemente paura. Come il tira e molla che l’Europa sta facendo con la nuova manovra del nostro pseudo governo, tutto molto farraginoso, tutto in attesa di quello che potrebbe succedere anche da noi, perché il problema vero non è il prezzo dei carburanti, ma il costo della manodopera dei LAVORATORI, cioè creare una grande crisi che genera paura per poi ridurre gli stipendi di tutti, una vera truffa ai danni dei LAVORATORI. IN FRANCIA MACRON È STATO COSTRETTO AD INNESTARE LA RETROMARCIA E A SFORARE I LIMITI IMPOSTI DALLA UE . Ecco, il grande disegno di chi è al potere. In Italia è già successo CON MONTI e sappiamo perfettamente come è andata a finire: lacrime e sangue, e gli italiani stettero tutti zitti, oserei dire muti. Adesso, con i precedenti francesi, forse la manovra italiana diventerà più digeribile per l’Ue, è quello che si augura il nostro governicchio per non fare una figura di merda con gli italiani, ma gli italiani non sono i francesi, al massimo si metteranno un Gilet rosa o qualche altra cazzata. Su tutto aleggia lo spettro e il sorriso beffarfo di Joker, ma questa volta forse ha fatto i conti senza Batman… speriamo.
Buon Natale e Buon Anno.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette