Published On: Mer, Gen 16th, 2019

Esperimenti in cucina

Share This
Tags

di GIORGIA FIENI – La parola d’ordine è sempre la stessa: sperimentare. Anno vecchio o anno nuovo non importa, basta prendere il cibo e cercare di modificarlo o ricettarlo per ottenere qualcosa di nuovo e sempre più gustoso.
Ma anche ecologico. Nel 2020 (appena trovato il modo per abbassarne il prezzo) potremmo assistere al nulla osta per la commercializzazione della carne sintetica, ottenuta da colture cellulari in laboratorio e la cui produzione risale al 2013. Si sta cercando anche un nuovo nome che possa accontentare aziende e consumatori, ma quanto alla salvaguardia delle specie animali il risultato è già stato ottenuto.
Per evitare gli sprechi, i bartenders si stanno mettendo d’accordo coi cuochi: erbe e pelli passano dal loro bancone a quello della cucina e viceversa. I gusci di avocado diventano un’orzata, gli scarti della pizza finiscono nel Bloody Mary, le fragole avanzate dai cocktail diventano guarnizione per la cheesecake ecc.
Vermouth e birra si fondono per creare il Beermouth, un nuovo liquore dal gusto speziato ed elegante che ha già incontrato abbinamenti gastronomici interessanti come quello coi ravioli al formaggio di capra e che è già stato proposto in alcune infusioni come quella al tartufo.
Se siamo alla ricerca della salute allora possiamo optare per alcune sostituzioni nel nostro carrello della spesa: erba di grano, xilitolo (o estratto di vaniglia), semi di chia, burro di mandorle, fagioli neri, purè di avocado, pistacchi, banane congelate, riso di cavolfiore, foglie di sedano, latte di cocco, granella di fave di cacao, yogurt greco magro e lievito nutrizionale anziché, rispettivamente, caffè, zucchero, uova, burro di arachidi, farina, burro, salatini, gelato alla crema, riso bianco, lattuga iceberg, panna, scaglie di cioccolato, maionese e formaggio. Non dico di cambiare tutto con tutto, ma, in presenza di intolleranze o allergie, o anche solo per provare, potrebbe essere un nuovo modo di alimentarsi.
In tutti i casi, conta come sempre la salubrità, nostra e del pianeta. Conta il valore nutrizionale. Conta la sostenibilità del proprio territorio. Contano genuinità e freschezza. Conta la tecnica. Contano il sapore e la convivialità. Su questi non si può transigere. Questi sono i punti di partenza per ogni piatto e per ogni esperimento…
…quanto al resto, continuate pure a provare…e stupiteci tutti!

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette