Le persone coinvolte sarebbero padre e figlio

Un uomo è morto e un altro è rimasto ferito in un agguato nel Rione Villa, nel quartiere di Ponticelli a Napoli. Secondo le prime notizie – sul fatto indaga la Polizia – le persone coinvolte sarebbero padre e figlio. Gli agenti hanno avviato le indagini per fare luce sulla dinamica e sul movente del fatto.

Uno zaino scolastico è stato trovato proprio accanto alla vittima dell’agguato di questa mattina al Rione Villa, nel quartiere di San Giovanni a Teduccio, a Napoli. Probabilmente di un bambino che stava andando a scuola mentre veniva compiuta l’esecuzione nella quale un uomo, Luigi Mignano – che avrebbe vecchi precedenti – è morto mentre il figlio, Pasquale è rimasto ferito. Il bimbo potrebbe essere scappato. Numerosissimi i colpi di pistola esplosi. In zona c’è un’auto crivellata di proiettili. L’agguato proprio nei pressi della chiesa del quartiere.

“Fino a stamattina eravamo fiduciosi che la situazione fosse migliorata, poi un agguato davanti ad un bimbo di tre anni, il nipote della vittima, ci ha fatto capire che la ferocia è aumentata”. Padre Modesto Bravaccino un anno fa mostrò un proiettile che era finito nel campetto dell’oratorio della sua chiesa, a due passi da luogo dell’agguato di oggi a Napoli. “Da quel giorno si è sparato tanto ma nessun omicidio – dice – oggi in questa zona c’erano mamme, bimbi che andavano a scuola, anziani che stavano venendo a messa”.

fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: