Published On: Mer, Mag 8th, 2019

La scuola non finisce mai

Share This
Tags

di GIORGIA FIENI – I ragazzi che vanno a scuola non vedono l’ora di terminarla per non studiare più determinate materie. Bisogna però avvisarli che, se poi decideranno di fare i cuochi, alcune di esse le incontreranno di nuovo.
Arte & Tecnica. È prassi comune disegnare un piatto prima di realizzarlo, in modo da deciderne la presentazione e capire come risulterà visivamente. Bisogna però anche conoscere le basi dell’architettura se si vuole realizzare una torta a piani, in modo che possa resistere in piedi dalla pasticceria al tavolo di servizio.
Matematica & Religione. Fibonacci inventò una sequenza particolare di numeri in cui ognuno è la somma dei due precedenti. Letti in fila, sono rapportati alla sezione aurea, ovvero un valore che ha a che fare con Dio e l’uomo, con l’universo e la natura. Davide Scabin, qualche tempo fa, ha proposto “Chockocube” in cui si è servito proprio di questi concetti per far interagire elementi apparentemente differenti come liquirizia, menta, lampone e zenzero.
Fisica & Scienze. Ho letto che alcuni chef servono piatti di pesce accompagnati da cuffiette per sentire il rumore del mare, oltre che assaggiarlo, mentre altri curano con attenzione la musica che risuona nel locale per poter far gustare cibo e vino con maggiore cura. Questo per rendere l’esperienza multisensoriale usando i principi della fisica e della scienza.
Informatica & Fotografia. Tutti abbiamo un cellulare in mano a tavola, anche se sarebbe meglio dimenticarselo e prestare invece la massima attenzione ai propri commensali. Quel telefonino è dotato di un sistema informatico di precisione, che ci permette di prenotare, pagare, recensire e anche fotografare. E bisogna conoscere le basi anche di questa materia, per poter creare immagini che rendano l’idea perfetta della realtà e ingolosiscano chi le guarda.
Senza contare che la robotica sta ormai governando ogni aspetto della gastronomia: ci sono frigoriferi che fanno da soli la lista della spesa, macchine capaci di impastare e tirare la sfoglia, nasi elettronici che sanno distinguere l’annata del vino, schermi che ci mostrano il menù del giorno ecc.
Non si finisce mai di andare a scuola perché non si finisce mai di imparare, quindi non sottovalutiamo i libri e teniamo sempre occhi e orecchie bene aperti… solo così il futuro non ci può fare paura…e non solo quello della gastronomia.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette