Published On: Lun, Mag 6th, 2019

Serie A, Napoli-Cagliari 2-1

Share This
Tags

Con questa vittoria i partenopei sono aritmeticamente al secondo posto e qualificati per la Champions league.

Napoli batte Cagliari 2-1 in uno dei posticipi della 35/a giornata del campionato di serie A. Con questa vittoria il Napoli raggiunge quota 73 punti e, a tre giornate dalla fine del campionato, ha 10 punti di vantaggio sulla terza in classifica, l’Inter, ed è dunque aritmeticamente 2/o e qualificato per la Champions league.

2-1: al 53′ st Insigne spiazza Cragno e trasforma il rigore concesso dopo check VAR. Espulso Ionita nell’azione.
1-1: 
al 40′ st Mertens stacca altissimo e di testa, con bella torsione, schiaccia la sfera verso la rete di Cragno.
0-1: 
18′ st, azione spettacolare, Barella di tacco serve all’indietro Pavoletti che di destro in diagonale insacca.
0-0 fine pt
: match condotto dai partenopei, sardi mai pericolosi. Occasioni migliori per Younes 16′ e Mertens 23′

 

“Così la Var è una barzelletta. Io lo ritengo uno strumento straordinario ma spiegatemi il rigore dato al Napoli, voglio capire cosa si è inventato l’addetto al Var. E’ allucinante. Un punto per noi del Cagliari è vitale”. Così ai microfoni di Sky sport il ds del Cagliari Marcello Carli manifesta la rabbia dei sardi per il rigore concesso al Napoli. “Il gruppo è devastato, l’allenatore è stato espulso. Per noi questa era una finale di Coppa di Campioni. Siamo incazzati neri. Ci sentiamo presi in giro”, ha concluso Carli.

Il rigore è un episodio difficile da valutare. L’abbiamo rivisto mille volte, ma non è una cosa chiara. Il dubbio c’è, ma non credo che sia stato dato il calcio di rigore per fare un favore al Napoli. E’ successo anche a noi, con Meret contro la Juve: è un episodio controverso, l’arbitro prende una decisione e stop”. Così Carlo Ancelotti commenta a fine gara il rigore che ha dato nel recupero il successo al Napoli contro il Cagliari e la certezza aritmetica del secondo posto. Il tecnico analizza la prestazione azzurra: “Nella prima parte ci impegnavamo ma mancava velocità. Eravamo troppo statici. Poi dopo la rete c’è stata più intensità e al di là dell’episodio, meritavamo di vincere”. Sui singoli, Ancelotti sottolinea che Insigne “mi è piaciuto perché gli ho chiesto se voleva tirare il rigore e mi ha risposto ‘Perché non dovrei?’. Ha mostrato intraprendenza, coraggio e il gol lo aiuta. Questa settimana rasserena un po’ tutti, lui e noi. C’è più chiarezza adesso”. Sul centrocampo, Ancelotti spiega che “abbiamo due giovani come Zielinski e Fabian, dobbiamo dargli il tempo di migliorare e trovare la posizione giusta. Il vero problema non è stato aver ceduto Hamsik, ma aver perso la motivazione forte. Il bilancio lo faremo alla fine. Proveremo a vincere le ultime tre”. Al termine della gara il tecnico del Cagliari Maran non partecipa alla conferenza stampa. Ai microfoni si presenta il direttore sportivo del Cagliari Marcello Carli, infuriato per il rigore dato al Napoli: “E’ stato un rigore assurdo, come fai a capire che il tocco è dentro o fuori? Per me è fuori. Se vogliamo far diventare la Var una barzelletta continuiamo così. Secondo me è uno strumento straordinario, ma non così. Ma cosa si va inventare l’arbitro a trenta secondi dalla fine? Già ha dato cinque minuti di recupero. Noi ci giochiamo sempre tutto, è normale che ci girano altamente i… Mi sento veramente preso in giro. Noi abbiamo anche una rivalità sportiva con il Napoli, le ingiustizie mi fanno incavolare, se fosse accaduto al Napoli o alla Juventus sarebbe successo un casino, invece per noi non frega a nessuno”.

Dries Mertens supera Maradona. L’attaccante belga con il gol segnato al Cagliari ha raggiunto quota 82 reti in serie A con la maglia azzurra, superando l’ex asso argentino, che arrivò a 81 reti in campionato. Mertens è ora il terzo miglior cannoniere in serie A della storia del Napoli, alle spalle di Marek Hamsik che è arrivato a quota 100 e di Antonio Vojak, primatista di gol in campionato quota 102, nelle stagioni giocate nel Napoli negli anni ’40. In assoluto, contando anche i gol nelle coppe, Mertens è a quota 107 reti con il Napoli, quarto in classifica a un solo gol di distanza da Attila Sallustro.

fonte ansa

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette