Per il secondo fine settimana consecutivo dopo l’allerta del governo

Riti religiosi sospesi per il secondo fine settimana consecutivo nello Sri Lanka dove, dopo le stragi di Pasqua, il governo ha messo in guardia la chiesa cattolica rispetto a nuovi possibili attacchi. Il cardinale Malcom Ranjith, capo della diocesi – ha riferito il portavoce Edmund Tillakaratne – ha deciso di cancellare tutte le messe domenicali dopo gli ultimi rapporti della sicurezza.

La scorsa settimana era stato raccomandato ai musulmani di evitare la preghiera del Venerdì e tutte le chiese cattoliche erano rimaste chiuse. Invece della consueta messa domenicale, il card. Ranjith aveva tenuto una omelia davanti al clero e alle autorità politiche trasmessa in televisione dalla sua residenza.

I leader musulmani dello Sri Lanka, tuttavia, hanno incoraggiato i fedeli a tornare nelle moschee per la preghiera del Venerdì, ha riferito il presidente del Consiglio musulmano dell’isola, N.M. Ameen, precisando di avere chiesto al governo un rafforzamento delle misure di sicurezza. Le autorità hanno confermato che alcuni dei sospetti legati alle stragi di Pasqua sono ancora ricercati, mentre il card. Ranjith ha criticato il governo per non avere condiviso le informazioni di intelligence atte a prevenire gli attentati del 21 aprile.

fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: