Dopo l’aggressione ha disarmato la guardia giurata

Ha accoltellato più volte un vigilante e, dopo averlo disarmato, ha usato la sua pistola per spararsi alla testa. Paura nel pomeriggio sotto a un tunnel nei pressi della stazione di Roma Tiburtina. L’aggressione si è consumata all’ora di punta davanti agli occhi atterriti di passeggeri che, abitualmente, viaggiano in metro o prendono il treno. “Un ragazzo si è tolto la vita sotto al tunnel della metro. Ha ancora la pistola in mano” avrebbe detto una persona dando l’allarme al Nue 112. Sul posto è intervenuta la polizia e il 118 che ha trasportato il vigilante ferito in ospedale. L’uomo, una guardia giurata 55enne di un istituto di vigilanza privato in servizio nella stazione ferroviaria, è stato accoltellato più volte al collo ed è in gravi condizioni. Ancora da identificare l’aggressore. Dovrebbe trattarsi di un extracomunitario. La polizia, che indaga sulla vicenda, è al lavoro anche per accertare i motivi che l’hanno spinto ad accoltellare il vigilante e poi a farla finita con un colpo di pistola alla testa. Si cerca in sostanza di capire il contesto nel quale è maturata l’azione e il procuratore reggente Michele Prestipino, in attesa di una informativa della Digos, non ha ancora affidato il fascicolo a nessun pool, compreso quello antiterrorismo.

fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: