Contro le manifestazioni malgrado i divieti sui 70 anni della Cina

La polizia di Hong Kong ha lanciato i primi lacrimogeni a Wong Tai Sin, nel mezzo delle scaramucce con gli attivisti pro-democrazia: l’episodio, secondo i media locali, è avvenuto a Shatin Pass Road. Nel pomeriggio ci sono molti eventi in programma per sfidare il divieto della polizia a manifestare. Il corteo più grande è segnalato nel centro della città, con migliaia di persone di ogni età che, vestite di nero, stanno scandendo slogan di denuncia contro il Pcc, nel giorno dei 70 anni della fondazione della Repubblica popolare cinese.

La polizia di ha precedentemente usato gli spray urticanti dopo che la Lega socialdemocratica, promotrice della prima protesta del giorno, s’è trovata di fronte un gruppo di manifestanti pro-Pechino a Wan Chai intento a cantare l’inno nazionale cinese. Questa mattina s’è svolta la cerimonia dell’ alzabandiera in tono minore a causa delle temute proteste, al chiuso del Convention and Exhibition Centre di Wan Chai, nonostante la ricorrenza dei 70 anni della fondazione della Repubblica popolare cinese.

Intanto il presidente Xi Jinping promette “prosperità e stabilità” per Hong Kong e Macao, le regioni semi-automone basate sul sistema “un Paese due sistemi”, assicurando che gli sforzi “per la completa riunificazione andranno avanti”. “Sul viaggio davanti a noi, dobbiamo tenere fermi i principi di ‘riunificazione pacifica’ e ‘un Paese due sistemi’, avendo prosperità e stabilità durature a Hong Kong e Macao, promuovendo lo sviluppo pacifico delle relazioni intrastretto”, sui rapporti con Taiwan, ha detto Xi.

fonte ansa

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: