Per gli emiliani clamorosa traversa di Gervinho a inizio ripresa

Il turno infrasettimanale della Serie A si apre con la vittoria del Verona per 1-0 a Parma. Decisivo il gol di Lazovic dopo dieci minuti: il serbo scaglia un bolide da fuori area senza lasciare scampo a Sepe. Sotto nel punteggio, la squadra di D’Aversa va alla ricerca del pari ma il forcing produce solo una traversa di Gervinho e un paio di pericoli sventati da Silvestri. In classifica, il Verona va a 12 punti, il Parma resta a 13.

LA PARTITA

Il Verona si conferma osso duro, durissimo, per chiunque, con i suoi ritmi intensi e un gioco che in diversi frangenti della partita è bello da vedere. Juric accetta l’uno contro uno tra la sua difesa e le tre frecce a disposizione di D’Aversa, con Rrahmani che prende Gervinho, Kumbulla su Kulusevski e Gunter a contenere Karamoh. Una scelta alla Gasperini, che del croato è stato allenatore e forse ispiratore nelle idee di gioco. Quello che può sembrare un azzardo si rivela la carta vincente, perché il Verona mette la museruola al tridente leggero e passa in vantaggio al 10′, quando un’azione insistita libera al tiro Lazovic, che fulmina Sepe con un bolide dai 20 metri sotto la traversa. Tra gli ospiti si sente il rientro di Veloso: con il portoghese ci sono più idee e queste ultime sono meglio realizzate. Tra i padroni di casa, invece, è forte la mancanza di una rosa lunga: i troppi infortuni obbligano le scelte di D’Aversa, che ha solo quattro giocatori di movimento in panchina. Il Parma, sotto nel punteggio e nel gioco, sale di tono insieme a Kulusevski, che agisce da regista offensivo più che da riferimento centrale, e dunque torna a centrocampo per impostare il gioco. Ne beneficia Gervinho, che trova il primo tiro in porta dopo aver superato in velocità Rrahmani: bravo Silvestri in respinta. Sono dell’ivoriano i pericoli maggiori alla porta ospite: un colpo di testa largo e, soprattutto, una traversa all’inizio della ripresa. Dall’altra parte, Karamoh soffre Gunter ma si sveglia nell’acceso finale, con un tiro che chiama alla risposta Silvestri. Il portiere veronese è bravo a respingere tutti gli assalti emiliani, soprattutto quelli di Dermaku, Kucka e Darmian, mentre Lazovic in contropiede spreca l’occasione di chiudere il match. Poco male per l’Hellas, che si conferma miglior difesa del campionato (insieme a Juventus e Cagliari), e ora la classifica sorride a Juric: 12 punti, a -1 dal Parma.

LE PAGELLE

Kulusevski 6,5: tra gli interpreti offensivi è quello che si salva. Soffre la marcatura di Kumbulla e allora arretra il baricentro per fungere da regista offensivo. Cala nel secondo tempo, perdendo qualche pallone di troppo, ma conferma di essere il fulcro del gioco di D’Aversa.

Karamoh 5: si sveglia troppo tardi e non ripete l’ottima prestazione di San Siro. Sfugge alla marcatura di Gunter troppo poco rispetto alle sue potenzialità tecniche e fisiche.

Lazovic 7: suo il gol decisivo con un missile imparabile. Il serbo potrebbe fare doppietta nella ripresa, ma il suo piatto termina fuori per questione di centimetri.

Kumbulla 7: una delle sorprese più piacevoli del campionato, tra i difensori. Dà vita a un bel duello con Kulusevski costringendo il macedone ad allargare il raggio d’azione. Lo favorisce l’assenza di un centravanti tra gli emiliani.

Veloso 6,5: tornato dagli acciacchi fisici, la manovra dell’Hellas ne risente in positivo. Detta i tempi e ogni calcio piazzato rischia di essere una condanna a morte per Sepe.

 

IL TABELLINO

PARMA-VERONA 0-1

Parma (4-3-3): Sepe 6,5; Darmian 6, Iacoponi 6, Dermaku 6, Pezzella 6 (31′ st Sprocati sv); Kucka 6, Brugman 5,5, Barillà 5,5 (15′ st Hernani 6); Gervinho 6, Kulusevski 6,5, Karamoh 5. A disp.: Colombi, Alastra, Camara, Adorante. All.: D’Aversa 6.

Verona (3-5-2): Silvestri 6,5; Rrahmani 6, Kumbulla 7, Gunter 6,5; Faraoni 5,5, Veloso 6,5 (45′ st Danzi), Amrabat 6,5, Lazovic 7, Verre 5,5 (17′ st Pessina 6); Salcedo 5,5 (1′ st Zaccagni 6,5), Stepinski 6,5. A disp.: Berardi, Radunovic, Vitale, Henderson, Di Carmine, Wesley, Empereur, Tutino, Adjapong. All.: Juric 6,5.
Arbitro: Manganiello
Marcatori: 10′ Lazovic (V)
Ammoniti: Kumbulla (V), Verre (V), Amrabat (V), Veloso (V), Gervinho (P), Zaccagni (V)

fonte sportmediaset

Articolo Precedente

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: