Published On: Mer, Nov 6th, 2019

Il sindaco Pizzarotti ha inventato il “Fascio Carrabile”

Share This
Tags

Richiesta la dichiarazione antifascista per entrare a casa propria con l’auto: il sindaco Pizzarotti ha inventato il “Fascio Carrabile”

Nella nostra città per ottenere un passo carrabile occorre dichiarare di non essere fascista, nazista, xenofobo, sessista, di non perseguire finalità antidemocratiche o denigrare la Resistenza. E’ l’ultima trovata della Giunta Pizzarotti che i concittadini hanno scoperto nella modulistica richiesta dal settore Mobilità del Comune. Nella sezione “dichiarazioni aggiuntive” in cui è specificato “Legga attentamente” c’è scritto: “Dichiara di riconoscersi nei principi costituzionali democratici e di ripudiare il fascismo ed il nazismo; di non professare e di non fare propaganda di ideologie nazifasciste, xenofobe, razziste, sessiste o in contrasto con la Costituzione o la normativa nazionale di attuazione della stessa (…); di non perseguire finalità antidemocratiche, esaltando, minacciando od usando la violenza quale metodo di lotta politica o propagandando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni ed i valori della Resistenza; di non compiere manifestazioni esteriori di carattere fascista e/o nazista, anche attraverso l’uso di simbologie o gestualità ad essi chiaramente riferiti”.
Inutile dire che la questione sollevata dall’esponente di Fratelli d’Italia Priamo Bocchi ha suscitato da subito in città grande ilarità sui social media. “Il fascio carrabile: nel Comune di Parma, se richiedi un nuovo accesso carrabile o una sua variazione o spostamento o rinnovo, devi sottoscrivere quella roba qua. Fa molto ridere, anzi no”.
Che si tratti di estremismo ideologico o di mero marketing politico, il sindaco Federico Pizzarotti (che com’è noto dopo esser stato eletto con i 5 Stelle, oggi si colloca nel centro sinistra) non è nuovo a prese di posizioni che ti aspetteresti di sentire in un centro sociale.
Il “bollino antifascista” è nato l’anno scorso come criterio per l’assegnazione delle sale civiche, per ottenere le quali bisogna da allora sottoscrivere la medesima abiura richiesta oggi per i passi carrai. Pizzarotti, forse per non apparire troppo schierato a sinistra, parlandone sui social ha specificato: “Se vuoi una sala a Parma devi ripudiare oltre al fascismo, xenofobia, anche il “totalitarismo comunista”.
“Peccato che non sia vero, del “totalitarismo comunista” nel regolamento non vi è proprio traccia”, ha spiegato la parlamentare e consigliere della Lega, Laura Cavandoli. Il punto è che l’accesso a servizio o strutture pubbliche non può essere subordinato agli orientamenti politici, religiosi o sessuali dei cittadini, anche se non piacciono al politico di turno.
Eppure, incurante della dubbia costituzionalità del provvedimento, il sindaco ha pensato bene di richiedere la professione di fede antifascista anche per partecipare al consiglio di quartiere e ottenere i passi carrabili.
In città ci si ride su, ma ci si inizia anche a chiedere per accedere a quali servizi i cittadini dovranno in futuro firmare dichiarazioni politiche d’intenti: iscrivere il figlio all’asilo? Accedere alle case popolari? Sposarsi in Comune? Partecipare ad una maratona stracittadina?
Questo primo cittadino “per caso” non sa più cosa inventare per presentarsi come paladino della miglior sinistra, quella in cui spera di diventare consigliere regionale supportando il governatore uscente, il palestratissimo Stefano Bonaccini che, sentendosi in difficoltà, cerca di raccattare anche i pochi voti parmigiani di Pizzarotti.
Il nostro sindaco vede con orrore la possibilità di dover tornare a lavorare al centro meccanografico del Credem di Reggio Emilia alla scadenza del mandato nel 2022; dopo l’insperata notorietà, le comparsate televisive, le interviste dai giornalisti importanti ed essersi divertito ed aver viaggiato gratis nel mondo, star davanti a un computer dal lunedì al venerdì deve essere veramente dura.

LETTERA FIRMATA

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette