Published On: Lun, Dic 9th, 2019

Kucka segna, Sepe para e il Parma sbanca la casa della Samp

Share This
Tags

Decide un gol di testa dello slovacco nel primo tempo, poi nella ripresa il portiere respinge il rigore di Quagliarella e chiude la porta a Colley nel finale

Samp al tappeto e fischiata a fine gara, per la terza volta in sette giorni, mettendo nel conto pure lo scivolone in Coppa Italia. Il Parma capitalizza un primo tempo giocato a gran ritmo, e chiuso in vantaggio grazie al gol decisivo dello straripante Kucka. Una gara subito complicata per i blucerchiati, che faticano a essere propositivi e stentano troppo di fronte a un Parma meglio organizzato in partenza, bravo a sfruttare la spinta sulle fasce, trascinato da un Kucka esagerato per oltre mezz’ora. Parte dalla mediana, ma in realtà spinge forte sulla destra. La squadra di Ranieri è in difficoltà, anche perché i reparti sono distanti ed è difficile far giungere i rifornimenti a Gabbiadini e a Quagliarella. A sinistra, poi, Barillà sale per raddoppiare con Gervinho. Ma su Thorsby, riadattato ancora una volta come esterno basso d’emergenza, arriva spesso in aiuto Ferrari. Il pressing altissimo degli emiliani lascia intuire che il Parma vuole capitalizzare una spinta così intensa. Kucka, sempre lui, è pericoloso di testa (16′), e cinque minuti dopo su angolo di Hernani stacca altissimo e batte Audero. Parma in vantaggio, e la Samp accusa il colpo: la manovra non è lineare. Il Parma ha sempre il tempo di riorganizzarsi e dopo la mezz’ora prova ad abbassare il ritmo. Tutto questo permette però ai blucerchiati di trovare qualche spunto: Murru (38′), lanciato da Gabbiadini, calcia in diagonale a lato, poi (44′) Vieira trova Sepe pronto alla ribattuta dopo un rapidissimo scambio con Ramirez.

Cambio di passo
La Samp non sbroglia la matassa nella ripresa, ma almeno ci prova, anche se con scarsa efficacia. Ranieri toglie Vieira per Linetty e Léris per Ramirez, cercando con il polacco più ritmo. Il Parma gioca provando il contropiede, ma i blucerchiati gestiscono il gioco e colpiscono la traversa con Gabbiadini su punizione. Manca, però, la vera scintilla, e un Parma arroccato nella sua metà campo prova a tenere il vantaggio, finché però Dermaku è ingenuo nel trattenere Quagliarella. Rigore Samp, il capitano si fa respingere il tiro da Sepe, sulla ribattuta Jankto serve Quagliarella e stavolta il capitano realizza, ma il gol è annullato dopo consulto con la Var, perché Jankto entra in area prima del tiro e partecipa all’azione. L’assedio finale non porta al pari: Sepe (38′) è ancora decisivo su Colley.

fonte gazzetta dello sport

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette