Published On: Mer, Feb 26th, 2020

Coronavirus tra scienza e fantascienza

Share This
Tags

DI MARCELLO VALENTINO – Non si fa altro che parlare di Coronavirus e certamente c’è di che preoccuparsi e anche molto. Ma come è successo che all’improvviso salta fuori questo virus assassino che in men che non si dica mette al tappeto il gigante cinese dell’economia mondiale e che presto coinvolgerà anche tutte le altre economie del mondo? A meno che non si trovi un vaccino, per combattere questa malattia che andando di questo passo si trasformerà presto in una pandemia mondiale. A volte mi passa per la testa che tutte queste malattie improvvise siano opera dell’uomo, ed anche in questo caso intravedo un potenziale business alla base. Fantascienza? E se non fosse così? Di certo la prima casa farmaceutica che troverà il vaccino per combattere il Coronavirus farà una montagna di soldi, pensate solo alla popolazione cinese: un miliardo e mezzo circa di persone che si sottoporranno al vaccino per non ammalarsi più. Oltre a tutto il resto del mondo; che dire, se non sarà un affare questo… Ora mettiamo il “caso” che qualcuno abbia già la soluzione in tasca, perché questo Coronavirus potrebbe essere stato creato in qualche laboratorio segreto di una qualche super potenza mondiale o magari da una multinazionale del farmaco: vi rendete conto di che cifre si parlerebbe? Certo, nella situazione in cui ci troviamo parlare di queste cose è un vero azzardo, ma sotto sotto per me gatta ci cova. Poi c’è da aggiungere che TV, giornali, radio, social e chi più ne ha ne metta sfornano notizie vere e false a gogò, e allora! Per non parlare dei politici che sono nel caos più totale e diffondono panico in ogni direzione come se fossimo in guerra. State calmi, siate realisti, se fosse come ci vogliono far credere fra un mese saremmo tutti contagiati, invece secondo me prendendo le dovute precauzioni tutto si risolverà nel migliore dei modi. Sì, ci saranno certamente dei contagiati e dei morti nei soggetti più deboli e a rischio, ma non più di quelli che causa giornalmente la comune influenza. In Italia tra inizio dicembre e fine febbraio si ammalano tra i 5 e 6 milioni di persone e ne muoiono una media di 200 circa al giorno, e nel mondo? È mai stato chiuso uno stadio, un cinema o un mercato? Se adesso il governo lo sta facendo vuol dire che c’è qualcosa che noi non sappiamo… O sono dei pazzi scatenati? Allora forse sarebbe meglio dire la verità (se ce ne fosse una da sapere). Altrimenti smettetela di creare panico ingiustificato. In Italia non siamo in Cina dove l’igiene è un optional, dove si mangiano cose immonde, ecc. ecc. Da noi basta alzare l’asta dell’igiene ai massimi livelli e credo che il problema si arginerà abbastanza presto. Certo, se ci mettiamo del nostro sarà un po’ più difficoltoso saltarci fuori, ma comunque io sono ottimista e voi? Mi raccomando, massima igiene e in caso di malore chiamare subito i numeri di emergenza 118 o 1500, per il resto ci penserà il nostro servizio sanitario nazionale che è tra i migliori al mondo. Politica o non politica. Allora se ci siamo capiti bene, ricapitolo alcune raccomandazioni base: lavarsi le mani con acqua e sapone, con alcool o con un disinfettante per almeno 20 secondi molto spesso. Usare guanti per aprire porte, non toccarsi naso e bocca dopo aver toccato altre cose ecc. ecc. Usare un po’ di prudenza nei contatti con ambienti particolarmente a rischio, non faccio elenchi ma lascio a voi e al vostro buon senso quali evitare. Per il resto non fatevi prendere dal panico che è totalmente ingiustificato e quello che sta succedendo in certi paesi, città e regioni per me è pura follia. Per il resto il tempo giudicherà, non si morirà di Coronavirus più che delle influenze stagionali. Ma di paura sì. È lo stato centrale che manca in Italia, perché siamo in mano ad una classe politica totalmente incapace di gestire qualsiasi emergenza a parte le esigenze delle loro tasche. Un esempio su tutti: MERCATI ALL’APERTO CHIUSI. SUPERMERCATI AL CHIUSO APERTI… QUAL È LA DIFFERENZA? SOLO UNA: LA FOLLIA DI CHI LO HA DECISO. IL RESTO LO LASCIO ALLA VOSTRA INTELLIGENZA.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette